Si chiamano Eurogames, ma l'intento di Canale 5 nel lanciare il programma condotto da Ilary Blasi e Alvin è quello di solleticare i ricordi dei telespettatori, legati all'indimenticabile "Giochi senza frontiere". Le immagini del programma che dal 1970 fino al 1999 è stato trasmesso dalla Rai, rimbalzano nella memoria dei nostalgici. Il nuovo format, come l'originale, prevede lo scontro tra squadre provenienti da nazionalità diverse, impegnate a scontrarsi in differenti giochi, nel corso delle sei puntate di cui si compone la trasmissione.

Eurogames: la data di inizio è il 19 settembre

Il programma ha visto la sua prima puntata andare in onda giovedì 19 settembre 2019, in prima serata su Canale 5. Già da questa estate sulle reti Mediaset è stato diffuso uno spot che richiamava proprio ai ricordi, iniziando con il conto alla rovescia che segnava l'inizio di ogni gara. Da questo giovedì, quindi, abbiamo visto per sei puntate i partecipanti sfidarsi nei consueti giochi, sotto l'occhio attento di un giudice come Juri Chechi, che aiuterà i novelli conduttori, Ilary Blasi e Alvin, a barcamenarsi tra le varie sfide.

Il programma può essere  uno snodo importante per la carriera di entrambi i padroni di casa. Se Ilary Blasi deve infatti reinventarsi dopo l'addio al Grande Fratello Vip, che quest'anno sarà condotto da Alfonso Signorini, Alvin è in cerca di un'altra chance per un'evoluzione della sua carriera, dopo essere ritornato all'Isola dei Famosi come inviato.

Cos'è Eurogames e come funziona

"Eurogames" è a tutti gli effetti il reboot dello storico programma "Giochi senza frontiere". La bellezza di questo format stava nel fatto che, come una sorta di olimpiadi, unificava l'Europa in un sentire unico, un'appartenenza totale, senza che fossero sottolineate le differenze tra un Paese e l'altro, nonostante le sfide presenti in ogni puntata. Ed è questo lo spirito che ‘è alla base anche della sua nuova versione. Il gioco consiste in una competizione a squadre, dove le nazioni in gara dovranno superare una serie di prove, attraverso le quali guadagneranno dei punti. Nelle edizioni tradizionali erano presenti delle prove speciali che consentivano agli atleti di far guadagnare più punti al proprio team.

Tutte le puntate di Eurogames

Eurogames, rifacimento di Giochi senza frontiere, è andato in onda su Canale5 a partire dal 19 settembre. Alla conduzione Ilary Blasi e Alvin che hanno traghettato le squadre in gara nelle prove previste.

La prima puntata di Eurogames

La prima puntata di Eurogames è andata in onda giovedì 19 settembre. I giochi a squadre gestiti da Ilary Blasi, Alvin e dal giudice Jury Chechi hanno prodotto una classifica finale che ha proclamato vincitrice la Germania. A risultare ultima, invece, è stata la Grecia. L’Italia si è classificata al quarto posto.

La seconda puntata di Eurogames

La seconda puntata di Eurogames è andata in onda giovedì 26 settembre. Anche durante questa serata sono state sei le Nazioni a sfidarsi, ognuna rappresentata da una città. L’Italia scende in campo con Folgaria, comune di 3mila abitanti in provincia di Trento. Per la Germania gareggerà Amburgo, mentre la Grecia sarà rappresentata da Sparta, la Polonia da Bialistok, la Russia da San Pietroburgo e la Spagna da Ciudad Rodrigo. Come in ogni puntata, esclusi i 3 giochi fissi, i sei giochi rimanenti prendono spunto dalla storia e dalle tradizioni delle sei nazioni in gara. I conduttori, insieme al giudice hanno prodotto una classifica finale secondo la quale la vittoria con 64 punti, vincitrice è stata la Russia, mentre la nazione che ha totalizzato il minor numero di punti è la Spagna con 39 punti.

La terza puntata di Eurogames

La terza puntata di Eurogames è andata in onda giovedì 3 ottobre. Come sempre, si sono sfidate le sei nazioni in gara. A rappresentare l'Italia, i concorrenti di Catania. A rappresentare la Grecia, una squadra proveniente dalle Isole Cicladi. A gareggiare per la Polonia, i concorrenti di Poznan. A tenere alto il nome della Russia, i giovani di Mosca. Per la Spagna, infine, è sceso in campo il comune di Astorga. Ad aggiudicarsi la vittoria è stata la Germania. L'Italia, invece, si è posizionata quinta. Tuttavia, sono stati proprio due concorrenti italiani, Emilio ed Erika, a tingere di romanticismo la puntata. Emilio ha chiesto a Erika di sposarlo e lei ha detto sì.

La quarta puntata di Eurogames

La quarta puntata di Eurogames è andata in onda giovedì 10 ottobre. Le sei nazioni in gara si sono sfidate come di consueto. Per l'Italia hanno gareggiato i concorrenti di San Felice, la Germania è stata rappresentata da Norimberga, la Polonia da Gniezno, la Russia da Ekaterinburg, la Spagna da Monforte e la Grecia da Atene. A vincere la puntata è stata la Germania, con l'Italia che ha terminato le prove al secondo posto.

La quinta puntata di Eurogames

La quinta puntata di Eurogames, andata in onda giovedì 17 ottobre. Sono sei le nazioni che si sono sfidate e ognuna di loro ha schierato una città in sua rappresentanza: per l'Italia ha giocato Parma, per la Spagna la città di Jaca, per la Grecia è stata scelta Creta, mentre la Russia ha puntato su Novosibirsk, ed infine la Polonia su Janów Lubelski e la Germania si è presentata con Berlino. A primeggiare è stata la Spagna, mentre l'Italia si è classificata seconda.

La finale di Eurogames

L'ultima puntata di Eurogames è andata in onda giovedì 24 ottobre. Per la finale le sei nazioni in gara hanno scelto le città che hanno contribuito ad ottenere punteggi soddisfacenti nelle precedenti puntate. Ecco, quindi, che l'Italia ha scelto San Felice al Circeo, la Grecia ha puntato su Creta, la Spagna ha voluto che essere rappresentata da Jaca, mentre la scelta della Russia è ricaduta su San Pietroburgo, ed infine la Polonia ha schierato Varsavia e la Germania ha portato avanti Monaco di Baviera. La puntata è stata foriera di emozioni, infatti, proprio uno dei concorrenti dell'Italia ha chiesto alla sua fidanzata di sposarlo, davanti al pubblico di Cinecittà World. La classifica ha visto posizionarsi in prima posizione, aggiudicandosi la vittoria, la Germania mentre l'Italia si è posizionata solo quarta.

Le nazioni in gara

Dopo anni di assenza del programma che aveva appassionato milioni di telespettatori, raggiungendo cifre da capogiro in termini di ascolti, toccando anche i venti milioni di persone, nel 2016 si pensò di riprendere in mano la trasmissione e venne creato un format basato proprio sulla struttura di "Giochi senza frontiere", in una veste ancor più internazionale dal titolo Eurovision Super Games. Per la prima edizione di Eurogames partecipano l‘Italia, la Polonia, la Francia, la Spagna, la Germania, la Russia e la Grecia. La trasmissione, come nelle ultime quattro edizioni, non è itinerante, ma va in onda da un unico luogo, ovvero Cinecittà World, all'interno di un'arena che rievoca il Circo Massimo.

I giochi di Eurogames

In ognuna delle sei puntate, ogni nazione schiera 10 atleti, diversi per ogni appuntamento. In questa edizione ci sono sei discipline che cambiano a seconda della puntata e poi tre discipline fisse ovvero il file rouge, la ball e il muro. Rispetto al passato è stata introdotta un'ulteriore novità riguardante l'utilizzo della tecnologia. La componente tecnologica, infatti, ha grande spazio in questa edizione, in cui è contemplato anche l'uso di telecamere, GoPro e droni per rendere ogni competizione ancora più particolare e avvincente.

Il File rouge

Il file rouge è una delle discipline fisse, quindi, presenti ad ogni puntata, a cui devono sottoporsi i concorrenti. Questo gioco è strutturato come un percorso ad ostacoli, costruito con tubi e scivoli. Nell'edizione originale questo era un gioco "speciale" che veniva svolto individualmente dal concorrente.

La Ball

Ed ecco un altro dei giochi presente in tutte le sei puntate. "Ball" è una prova di abilità proposta ai concorrenti che vengono posizionati all'interno di una palla trasparente di grandi dimensioni. L'obiettivo è quello di completare un percorso, preventivamente segnato, ma all'interno di questo oggetto sferoidale, gli atleti devono quindi muoversi direzionando la palla nella maniera giusta.

Il Muro

Infine, l'ultima delle discipline fisse è quella che prende il nome di "muro". Anche qui si tratta di una prova di abilità, durante la quale i concorrenti devono dimostrare di essere in grado di scalare una parete inclinata, arricchita da una serie di sbarre che, a quanto pare, servono per agevolare il percorso che porta i partecipanti in cima alla struttura.

Le differenze tra EuroGames e Giochi senza frontiere

L'idea che giace alla base di Eurogames è sostanzialmente la stessa che alimentava "Giochi senza frontiere", quell'intento di unificare, attraverso lo sport e servendosi di una trasmissione goliardica, i vari Paesi europei creando un unico grande spirito comune. Se si pensa che l'idea di creare questa competizione fu del generale, nonché presidente francese, Charles De Gaulle, per rafforzare i rapporti tra francesi e tedeschi, nel 1965, quindi solo vent'anni dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, si può intuire quanto fosse importante lasciare spazio ad una trasmissione il cui messaggio di pace potesse sentirsi forte e chiaro. Quindi, al netto di quello che è stato "Giochi senza frontiere", si può dire che l'unica vera differenza stia nel fatto che il programma non sia più itinerante, come già accennato in un paragrafo precedente, ma che si svolga in un posto unico e che questo posto, Cinecittà World, sia in Italia.