L'Italia che si sintonizza sul piccolo schermo alla domenica pomeriggio appare sempre più divisa in due fazioni: gli irriducibili sostenitori di Barbara D'Urso e del suo Domenica Live, a base di dibattiti urlati e ospiti presi dai reality, e i fan di Mara Venier e della genuina caciara di Domenica In. A ogni appuntamento domenicale, su Twitter si scatenano il confronto e la bagarre sui social, ironica e spesso dai toni molto accesi. Se gli aficionados della Venier apprezzano la tv umanista del programma Rai e bollano come trash lo stile di Barbarella, per contro l'accusa più frequente che i "dursiani" imputano a zia Mara è il ricalcare temi, ospiti e contenuti dalla rivale. Difficile considerare Domenica In come una copia carbone dello show Mediaset, vista l'abissale distanza di toni e argomenti, ma effettivamente ci sono elementi che la Venier sembra divertirsi a riprendere dalla "nemica" Carmelita: vedi il caffè servito in diretta ad Anna Tatangelo e a Milly Carlucci nella puntata del 24 marzo, che appare davvero un riferimento (volontario?) al ben noto caffeuccio della D'Urso.

Carraro difende Mara Venier, interviene anche Rita Dalla Chiesa

La scena ha sollevato molti commenti divertiti, ma anche critiche pungenti. "Ora non solo la Venier copia gli ospiti della d’Urso, ma pure le frasi iconiche come “caffeuccio”. CERCASI IDEE per una Domenica In sull’orlo del baratro", è uno dei cinguettii più feroci, che ha provocato l'intervento diretto di Nicola Carraro, marito della conduttrice. "Che ca*** dici?", è stata la replica e piccatissima telegrafica dell'imprenditore, che ha ricevuto la solidarietà dell'amica di famiglia Rita Dalla Chiesa: "Sei un grande, Nicola". Già nelle scorse domeniche, Carraro è intervenuto diverse volte su Twitter ad appoggiare la moglie e a difenderla da eventuali critiche.

La puntata di Domenica in del 24 marzo, tra balli, caffè e Vanoni show

La Venier avrà anche "copiato" il caffeuccio dalla rivale, ma nella puntata del 24 marzo ha regalato una televisione divertente ed emozionante che ha alternato momenti di grande commozione a segmenti esilaranti, davvero distante rispetto ai controversi personaggi che animano i territori della D'Urso. Dalle lacrime di Anna Tatangelo per i genitori al sofferto ricordo di Fabrizio Frizzi da parte di una Milly Carlucci ancora provata dalla perdita del conduttore, si è così passati a un vero e proprio "Ornella Vanoni show" che si è confermata un animale da palcoscenico, follemente spassosa e straordinaria anche nella sua scurrilità: un personaggio cult cui sarebbe ora di riservare un programma in prima serata.