Niente caffè a Domenica In. A stabilirlo, con fare scherzoso e provocatorio è Mara Venier, padrona di casa del contenitore domenicale di Rai1. A fornirle l’aggancio necessario sono stati Stefano De Martino e Fatima Trotta, conduttori di Made in Sud ospiti della Venier nella puntata del 7 aprile 2019 di Domenica In. Quando il ballerino ha chiesto a Mara di potere ingannare il tempo con la bevanda, la conduttrice ha rifiutato: “Qui il caffè non lo posso nominare perché c’è un’esclusiva del caffè.  Io posso offrirti un tè, una camomilla, qualcos’altro, ma quella cosa lì non si può nominare”. Risate di De Martino che ha rifatto il verso a Barbara D’Urso, utilizzando il termine “caffeuccio”, ormai diventato marchio di fabbrica della conduttrice Mediaset.

Non c’è sovrapposizione tra Domenica In e Domenica Live

Dall’inizio del 2019, le trasmissioni di Mara Venier e Barbara D’Urso  hanno smesso di sovrapporsi. Mediaset ha ridimensionato la spazio dedicato al contenitore domenicale di Canale5, spostando l’inizio della messa in onda alle 17.20 circa, orario in cui Domenica In termina. Il motivo ufficiale della compressione è stato spiegato con la volontà di preservare la conduttrice, ormai impegnata su più fronti, con due prime time settimanali all’attivo e due pomeridiani, di cui uno in onda dal lunedì al venerdì.

I motivi della freddezza tra le due

Era stata la D’Urso, a fine 2018, a spiegare i motivi dell’improvviso gelo calato sul rapporto con la Venier. Le due, amiche fino a poche settimane prima di scontrarsi in tv, si sono gradualmente allontanate. Intervista da Oggi, la D’Urso chiarì: “A Mara volevo bene e Mara, ne sono certa, voleva bene a me. Ma c’è un aspetto umano che non rientra nella sfida professionale e che per questo fa male: mi hanno mandato delle foto, perché io non seguo i social, in cui Mara postava sulle sue storie di Instagram i commenti dei miei più grandi odiatori, certi leoni da tastiera che scrivono di me cose orribili, che insultano me, i miei fratelli e i miei figli. Ed è ormai noto che lei vada sul mio profilo e metta i like proprio a certi miei odiatori, l’hanno scritto diversi siti. Non capisco questi gesti. Io non ho nulla contro Mara, continuo a volerle bene e la sfida della domenica non è certo una sfida a livello personale. Che il mio competitor sia Pippo Baudo, Cristina Parodi o Mara, io faccio il mio programma e penso al mio pubblico che negli anni continua a restare fedele e a regalarci un grande successo”.