27 CONDIVISIONI

Lorena Bianchetti “parla in famiglia” con un imbarazzante 4% di share

Parliamone in famiglia non decolla: lo share è davvero imbarazzante, fermo al 4,55%. Nel frattempo Milo Infante è scomparso dalla trasmissione di Rai 2 ma Lorena Bianchetti dice di non saperne nulla del collega che l’ha “ferita”
A cura di Fabio Giuffrida
27 CONDIVISIONI

Italia sul 2

Parliamone in famiglia ieri ha registrato il 4,55% di share con appena 598 mila telespettatori. Uno dei risultati più bassi del pomeriggio italiano: inutile fare un confronto con le reti ammiraglie, ma nemmeno con tutte le altre reti eccetto La7. Se Cristina Parodi non decolla proprio, la Bianchetti si lascia superare anche da Rai 3 e Rete 4. Spesso – a volte anche giustamente – si accusano i giornalisti di essere di parte o semplicemente di sparare a zero su tutti, questo invece è un dato di fatto: e a chi ribatte che i dati auditel non contano, lo invitiamo ad essere meno ipocrita. La tv di Stato non può permettersi questi numeri, questi continui flop soprattutto in un momento nel quale la crisi economica si è fatta sentire, considerando poi che l'evasione del canone Rai è ancora troppo alta. Un'evasione – per carità – ingiustificabile e inqualificabile, ma è ancora una volta un segno chiaro: i telespettatori vorrebbero un'altra Rai (qui il palinsesto autunnale di Rai 2), capace di spendere anche milioni di euro pur di fare servizio pubblico. Annozero in prima serata, quello sarebbe servizio pubblico.

Dove è finito Milo Infante se lo sono chiesti in tanti, eppure nel pomeriggio di Rai 2 è rimasta soltanto lei, Lorena Bianchetti, dal lunedì al venerdì dalle 14 in poi. Una vera e propria padrona di casa. Il settimanale Oggi diretto da Umberto Brindani ha provato a chiederle dove fosse finito Infante e lei ha replicato così:

Sinceramente non ne so nulla. La scorsa stagione era entrato in rotta di collisione con i dirigenti Rai. Io avevo scelto di non rispondere a nessuna sua provocazione contro di me per il bene del programma. Dichiarazioni, le sue, che mi hanno sbigottita e ferita.

Una donna ferita e sbigottita è Lorena Bianchetti che adesso ritorna a parlare di famiglia nel suo programma pomeridiano:

Voglio documentare l'evoluzione della nostra società, raccontare le difficoltà che l'Italia attraversa e puntare l'attenzione sulla speranza. Daremo voce a tutti, come sempre.

Milo Infante aveva fatto causa alla Rai per demansionamento; questo aveva dichiarato a Tv Sorrisi e Canzoni:

È stato deciso che non mi posso occupare di temi che riguardano la politica, l’economia e la cronaca di stretta attualità, se non in seconda battuta, quando ormai ne ha già parlato, con collegamenti e ospiti, per 15 minuti, la mia collega Lorena Bianchetti. Di norma, per correttezza professionale, non si anticipano i temi uno dell’altro, per non bruciarli.

Un programma che non funziona si chiude, è la dura legge dello spettacolo. E' sempre stato così, raramente si sono fatte eccezioni. Che poi Lorena Bianchetti abbia il suo pubblico di fedelissimi nessuno lo mette in dubbio ma l'apporto di un giornalista professionista come Infante era fondamentale per la trasmissione di Rai 2. Una conduzione pacata, quella della Bianchetti, che farebbe bene ad uscire gli artigli, a farsi sentire e a contribuire attivamente – come lei dice – ad alimentare la speranza in un paese sempre più alla deriva. Amen

27 CONDIVISIONI
Parliamone in famiglia di Lorena Bianchetti soppresso per bassi ascolti
Parliamone in famiglia di Lorena Bianchetti soppresso per bassi ascolti
Lorena Bianchetti:
Lorena Bianchetti: "Oggi l'ultima puntata di Parliamone in famiglia"
Lorena Bianchetti:
Lorena Bianchetti: "Non ho ceduto alle provocazioni di Milo Infante"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni