Prosegue il momento fortunato di Eduardo Scarpetta. L'attore napoletano, che abbiamo visto poche settimane fa vestire i panni di Renato Carosone in Carosello Carosone (qui ne ha raccontato in un'intervista a Fanpage), sarà infatti nel cast dell'omonima serie Tv ispirata al film Le Fate Ignorantitra i lavori più riusciti del regista Ferza Ozpetek, che pure questa volta sarà dietro la macchina da presa. Scarpetta sarà Michele, ruolo che nel film del 2001 era interpretato da Stefano Accorsi. Dopo due prodotti di punta di Rai1 (oltre a Carosone è Pasquale Peluso ne L'Amica Geniale), Scarpetta, esponente di una dinastia attoriale tra le più note della storia di Napoli, sbarca anche nell'universo Disney con un ruolo centrale in questo prodotto che rientra nel pacchetto delle prime serie Tv prodotte da Disney + per l'Italia. 

Cristiana Capotondi sarà Antonia, la protagonista
in foto: Cristiana Capotondi sarà Antonia, la protagonista

Il cast della prima serie Tv di Ferzan Ozpetek

Un cast corale quello de Le Fate Ignoranti, al centro del quale Ferzan Ozpetek ha messo Cristiana Capotondi, nel ruolo di Antonia (Margheruta Buy nel film), Luca Argentero nel ruolo di Massimo (nel 2001 era Andrea Renzi), la conferma di Serra Yilmaz e ancora Carla Signoris, Lilith Primavera, Edoardo Purgatori, Filippo Scicchitano, Paola Minaccioni, Maria Teresa Baluyot, Samuel Garofalo. Non c'è ancora una data precisa per il rilascio della serie, visto che le riprese stanno partendo proprio in questi giorni di aprile del 2021, come Ozpetek aveva annunciato alcuni mesi fa. Il regista aveva inoltre annunciato che la serie Tv avrebbe cambiato tutto rispetto al film, per quanto la struttura della trama si basi sulle stesse fondamenta.

Luca Argentero è Massimo, marito di Antonia e voce narrante
in foto: Luca Argentero è Massimo, marito di Antonia e voce narrante

La trama de Le Fate Ignoranti

La serie Tv gira attorno alla figura di Antonia, direttrice di un laboratorio medico (Cristiana Capotondi), costretta ad affrontare la morte improvvisa del marito Massimo (Luca Argentero), direttore di un export-import e voce narrante del racconto. L'elaborazione del lutto porta Antonia a scoprire la relazione omosessuale del marito intratteneva con il giovane Michele (Eduardo Scarpetta), pittore dei fondali degli spettacoli dell’Opera. Decisa ad andare fino in fondo alla questione, Antonia decide di frequentare Michele, per capire ciò che non era riuscita a comprendere prima a proposito di suo marito, scoprendo un'inattesa complicità proprio con il suo rivale in amore, con il quale formerà un grande legame, rafforzato soprattutto dal contesto della sua casa, luogo davvero iconico dell'opera di Ozpetek, ovvero la casa di Antonia, micromondo frequentato da un gruppo di eccentrici amici che colorano il suo mondo.