Tv Sorrisi e Canzoni ha intervistato Francesca Fialdini e Tiberio Timperi a un mese e mezzo circa dal debutto della nuova edizione de La vita in diretta. La tensione iniziale è da considerarsi una parentesi superata: le punzecchiature iniziali pare abbiano fatto parte di una naturale fase di rodaggio che ha visto i due mettersi alla prova simbolicamente, in attesa di trovare la chiave di volta necessaria a far funzionare un duo inedito. Ci sono riusciti e negli studi Rai di via Teulada oggi vige la più assoluta serenità.

Il fuorionda sul copione, solo una battuta

Quando in quel fuorionda dei primi giorni si sentiva Francesca dire: ‘Questo copione fa schifo’ aveva il sorriso sulle labbra” racconta Timperi, riscrivendo la storia di quel momento che fece il giro della rete e non solo. Nessuna lite tra i due, che attribuiscono le iniziali difficoltà alla fisiologica tensione collegata al debutto: “Quando inizi a lavorare in una trasmissione, il più delle volte non hai il camerino, lo studio non è pronto, il microfono salta, devi immaginare lo sviluppo del programma e va a finire che sei teso come una corda di violino. Con Francesca ci conosciamo da otto anni. L’ho tenuta a battesimo a “Unomattina in famiglia”, poi ha preso il volo e infine ci siamo ritrovati. In tutte le famiglie si discute, ma tra noi c’è stima. Credo che qualcuno abbia voluto vedere cose inesistenti”. Aggiunge la Fialdini: “È stata una parentesi. In quei giorni c’erano in campo le tensioni, la pressione, i nostri caratteri… Ma la normalità è quella di oggi”.

La sfida contro la concorrenza

La coppia di conduttori di La vita in diretta continua il suo percorso, con un occhio rivolto alla concorrenza rappresentata da Barbara D’Urso con il suo Pomeriggio5. Non ha ansie Timperi: “La mia fonte di apprensione è trovare il parcheggio in zona Teulada. Comunque la mia ansia è solo quella di lavorare bene”. Leggermente più preoccupata la Fialdini: “Dal liceo mi porto un’ossessione: dare il massimo. Sono in perenne competizione con me stessa. Quando il giorno del mio compleanno, l’11 ottobre, abbiamo vinto contro la concorrenza è stato un regalo bellissimo”.