È severo il giudizio di Flavio Briatore a proposito dell’affetto nato tra l’ex moglie Elisabetta Gregoraci e Pierpaolo Pretelli nella Casa del Grande Fratello Vip 2020. Intervistato da Selvaggia Lucarelli per Il Fatto Quotidiano, l’imprenditore commenta quanto sta accadendo tra le mura di Cinecittà, diversamente da quanto aveva fatto a Striscia la notizia quando, durante la consegna di un tapiro, si era rifiutato di parlare di Elisabetta. Ma il silenzio stampa è finito e i toni di Flavio si fanno decisi. Interrogato a proposito delle dichiarazioni dell’ex moglie che aveva raccontato di avere sacrificato parte della sua vita professionale per stare accanto a un marito con una posizione sociale tanto ingombrante, Briatore dichiara:

Passava in Sardegna due mesi l’anno, aerei privati, a Montecarlo 1.000 mq di casa, a Londra 1.500 mq di casa, la casa a Roma che le ho comprato, l’autista… Non è detto che questo faccia la felicità. Ci siamo lasciati perché era finita, senza drammi. Neanche i nostri avvocati hanno discusso. Anzi, il mio mi ha detto: sei stato troppo generoso. Ho detto: è la madre di mio figlio, deve stare tranquilla.

Il flirt con Pierpaolo Pretelli, che Briatore definisce un “ragazzino”

Briatore potrebbe stare seguendo con attenzione quanto sta accadendo nella Casa del GF Vip tra l’ex moglie e Pierpaolo Pretelli. E se anche non guardasse la tv, ogni giorno i social vengono intasati da video e post che raccontano la simpatia nascente tra Elisabetta Gregoraci e l’ex velino di Striscia la notizia. Flavio non fa mai il nome della nuova simpatia dell’ex moglie, ma quello che pensa di quanto sta accadendo nella Casa e della scelta di Elisabetta di partecipare al GF Vip arriva forte e chiaro: “Se a 40 anni vuole andare al Gf e stare con i ragazzini e se questo per lei è affrancarsi, ok. Ma allora potrebbe rinunciare anche a quello che le passo e dimostrare che davvero vuole essere autonoma, no?”. Preferisce non entrare nei dettagli, invece, in merito alla cifra elargita mensilmente alla ex: “Non lo dico, ma non è obbligata a fare qualunque cosa per vivere, non deve tagliare i nastri alla fiera della castagna a Reggio Calabria”.

Briatore non voleva che Elisabetta partecipasse al GF Vip

Voglio che lei non abbia pensieri e cresca Falco con serenità (…)  Può fare i suoi programmi tv, ma deve anche fare la madre, credo” dichiara ancora l’imprenditore che non fa mistero di non avere mai desiderato che l’ex moglie accettasse la proposta del Gf Vip. Già due anni fa Elisabetta sarebbe stata contattata ma Flavio si sarebbe opposto: “Ho replicato solo che ha 40 anni, ma se pensa sia la scelta giusta, va bene. Lo voleva già fare anni fa e le dissi che visto che avevamo un bambino piccolo non mi sembrava il caso che stesse via per due mesi. Ora Falco è più grande. Poi io e lei siamo divorziati, ormai non siamo neppure più parenti, abbiamo un figlio. Dobbiamo pensare al bene di Falco”. E a proposito delle dichiarazioni di Elisabetta nella Casa, aggiunge: “Mi dispiace solo se mio figlio legge queste cose”.

Gregoraci: "Niente bacio con Pretelli, sennò non torno più a Montecarlo"

Elisabetta conosce bene l'ex marito, tanto da avere immaginato una reazione dell'uomo a un eventuale bacio con Pierpaolo. Poche ore fa, quando Tommaso Zorzi le aveva chiesto se ci fosse stato un bacio con Pretelli, la conduttrice avrebbe risposto: "No, nessun bacio, non mi allarmare nessuno a casa sennò non torno più a Montecarlo". Evidentemente, cosa che lei stessa ha lasciato intendere durante la quinta puntata del GF Vip, Gregoraci sa che l'ex marito non apprezzerebbe un avvicinamento al giovane inquilino della Casa di Cinecittà.

Covid-19 al Billionaire, Briatore: "Non potevamo sparare alla gente"

Infine, Briatore difende il lavoro fatto al Billionaire prima e dopo il focolaio di Covid-19 sviluppatosi in estate. Lui stesso è risultato essere positivo al coronavirus. “Una volta per tutte” tuona “il ristorante aveva 170 posti. C’è stata anche la Gismondo a cena da noi sotto Ferragosto. In discoteca abbiamo tagliato da 700 a 300 la capienza massima. In molte discoteche in Puglia o Romagna c’erano migliaia di persone. Le immagini del Billionaire parlano chiaro. I nostri dipendenti avevano le mascherine”. E sulle misure di sicurezza adottate conclude: “Non siamo poliziotti, non potevamo sparare alla gente. Ci sono state discoteche con 120 positivi, noi alla fine ne abbiamo avuti 28”.