Il nuovo programma di Michele Santoro, dapprima titolato Comizi d’amore, si chiama Servizio Pubblico, proprio perchè si pone al servizio del popolo in quanto mezzo di informazione indipendente. Dopo la battaglia iniziata in Rai con Annozero, e conclusasi in modo sconfortante con il taglio del programma e le dimissioni di Santoro, il famoso giornalista ha deciso di voltare pagina e questa volta ha deciso di farlo partendo dal web. La richiesta è stata di 10 euro ad ogni persona che abbia varcato la soglia del Mi Piace sulla rispettiva pagina Facebook e abbia deciso così di aderire al primo spazio televisivo autogestito e autoprodotto. Il programma di Michele Santoro va in onda in streaming sul sito di Servizio Pubblico e in tv sui canali 100, 500 e 504 di Sky, oltre a comparire sulle reti regionali maggiori. Al suo fianco, come sempre, il giornalista Marco Travaglio e il vignettista Vauro, dimessosi anch’egli dalla Rai per sostenere la causa di Servizio Pubblico.

TWITTER

Servizio Pubblico

Michele Santoro: “Servizio Pubblico non finirà, ci saranno altre storie da raccontare”
Santoro e l’addio a Servizio Pubblico: “Abbiamo fatto questo programma per amore”
Michele Santoro conferma: “Non farò più Servizio Pubblico”
Marco Travaglio attacca Urbano Cairo: “Già portaborse di Berlusconi, dice balle”
Santoro a Travaglio dopo la lite: “Per te porte sempre aperte”
Boom d’ascolti per la Innocenzi, Announo con Renzi fa più di Santoro
Giulia Innocenzi al posto di Michele Santoro: condurrà “AnnoUno” su La7
I dieci programmi più visti del 2013
Ballarò vola al 16% di share mentre Alessio Vinci finisce a Benvenuti a tavola 2