Chi paga i regali consegnati ai protagonisti delle storie di C’è posta per te, il people show schiacciasassi di Canale5? È Mara Venier a fornire uno spoiler che, almeno per il caso specifico, appaga una delle curiosità da sempre espresse dagli spettatori. Convocata da Maria De Filippi per fare una sorpresa ai genitori di Giada, morta a 22 anni in un incidente automobilistico, la conduttrice Rai ha svelato che sarebbe stata la produzione del programma a farsi carico dei costi della crociera donata ai familiari della giovane. “Dove andiamo in crociera? Siccome paga Maria possiamo allargarci. Possiamo anche decidere di andare molto lontano, stare via un paio di mesi. Qual è il posto più costoso?” ha chiesto la Venier una volta consegnato il dono, regalando al pubblico l’ultimo di una lista infinita di spoiler. In questo caso, quanto la conduttrice si è lasciata sfuggire nascondeva un duplice intento: stemperare la commozione in studio e sottolineare la generosità della padrona di casa.

La storia di Milo, giovane papà di Beatrice

È stato Milo a richiedere la presenza di Mara Venier in studio. Giovanissimo, era il compagno di Giada e il padre di sua figlia Beatrice. Quando la fidanzata è morta, è rimasto solo a crescere la loro bambina. A supportarlo sono stati proprio i nonni materni della piccola, gli stessi cui Milo ha fatto consegnare la posta. “Vi voglio un mondo di bene, voglio ringraziarvi per tutto quello che fate per me e per la piccola. Senza di voi non ce l'avrei mai fatta” ha detto loro commosso attraverso la busta.

Mara Venier consola i genitori di Giada

Il regalo di Milo ai genitori di Giada si è articolato anche attraverso la presenza di Mara Venier, convocata da Maria De Filippi perché arricchisse questa storia con la sua sensibilità. Mara ha consolato emozionata quella coppia di genitori sfortunati, regalando loro un po’ della sua vicenda personale: “La vita ti porta improvvisamente a dover accettare dei dolori enormi. È un dolore inaccettabile. Voi siete una famiglia meravigliosa, piena di dignità e forza. Credo che la vostra forza sia proprio Beatrice, che farà 3 anni a settembre. Io ho perso mia madre che era la mia vita, il senso della mia vita. Quando se n'è andata per me era finita, non avevo più voglia di vivere. Volevo andare dove era lei. Poi la vita mi ha dato un nipotino. Mi è tornato il sorriso e la voglia di affrontare la vita. La forza la dovete trovare in Beatrice”.