Zlatan Ibrahimovic, campione del Milan, è stato ospite di Maria De Filippi a C’è posta per te nella puntata andata in onda il 7 marzo. A convocarlo in studio è stato Gianmarco che ha chiesto il supporto del people show per il fratello Francesco. La loro è una storia drammatica. La madre dei due è morta quando Gianmarco aveva 3 anni e Francesco 5. Qualche anno dopo, i due ragazzini hanno perso anche il padre. Sono stati i nonni anziani a occuparsi di loro, dopo che gli zii si erano rifiutati di farsene carico.

Francesco e Gianmarco soli al mondo a 14 e 16 anni

Quando dopo 5 anni, Francesco e Gianmarco perdono anche i nonni, restano soli al mondo. A 14 e 16 anni sono costretti a prendersi cura l’uno dell’altro. Francesco, il maggiore, si occupa del fratellino più piccolo, provvedendo a ogni sua necessità. È per questo che Gianmarco ha voluto ringraziarlo con una sorpresa. “Se sono qui davanti a tutti è perché non sono riuscito mai a dimostrarti veramente il mio affetto. Non sai che tu sei veramente il mio unico eroe nella vita" gli dice una volta di fronte a lui in studio:

Eri tu che ti occupavi di me quando avevo la febbre, sapevi che non riuscivo a mandare giù le pillole grosse e mi davi lo sciroppo. Papà sapeva di potersi fidare di te. Anche lui aveva il destino segnato. Era sempre a letto e tu mi dicevi che aveva la febbre. Poi una mattina ti ho visto piangere con lo zio e ho capito che non c'era più. Abbiamo rischiato di finire in un istituto per orfanelli. Poi siamo andati dai nonni. Stavamo bene con loro, ci viziavano come potevano, ci sentivamo al sicuro. Il destino ci ha portato via anche loro. Non dimenticherò mai quando mi hai detto: ‘Gianmarco ora siamo soli davvero, ma io per te ci sarò sempre. Lo hai detto e lo hai fatto.

L’abbraccio di Ibrahimovic a Francesco

Ibrahimovic arriva in studio per abbracciare Francesco e si dice ammirato per il suo coraggio: “Hai un grande cuore. La tua storia mi ha colpito perché io sono padre di due figli. Sei diventato uomo a un'età giovane. Hai assunto una grande responsabilità non solo per te stesso ma anche per tuo fratello, senza che nessuno ti indicasse la strada da seguire. Hai avuto grande coraggio, hai una forza incredibile. Sei un campione, un esempio di vita per tutti quanti. Secondo me, una persona come te serve a tutti”.