È giunta al termine la prima stagione della fiction ‘Nero a metà‘. Lunedì 17 dicembre, infatti, Rai1 propone agli spettatori la sesta e ultima puntata della serie televisiva con Claudio Amendola, Miguel Gobbo Diaz, Rosa Diletta Rossi, Fortunato Cerlino e Angela Finocchiaro. I dodici episodi sono stati accolti dagli spettatori con grande entusiasmo. Ma ci sarà ‘Nero a metà 2‘? Al momento non ci sono conferme ufficiali, ma il successo negli ascolti e alcune dichiarazioni rilasciate da Claudio Amendola nel corso della conferenza stampa di presentazione della fiction sembrano strizzare l'occhio alla seconda stagione.

Il successo negli ascolti e il finale aperto

La fiction ‘Nero a metà‘ ha ottenuto grande successo negli ascolti. Seppure abbia registrato un calo nel corso della programmazione, i risultati sono sempre stati più che soddisfacenti e in grado di battere la concorrenza del ‘Grande Fratello Vip 2018' (finale inclusa). Ripercorriamo i dati registrati. La prima puntata, trasmessa lunedì 19 novembre, è stata seguita da 6.013.000 spettatori pari al 25.3% di share. La seconda puntata, trasmessa lunedì 26 novembre, ha raccolto 5.433.000 spettatori pari al 23.5% di share. La terza puntata, trasmessa lunedì 3 dicembre, ha interessato 5.411.000 spettatori pari al 23.3% di share. La quarta puntata, trasmessa lunedì 10 dicembre, è stata seguita da 5.226.000 spettatori pari al 22.7% di share. La quinta puntata, trasmessa giovedì 13 dicembre, ha registrato 4.743.000 spettatori pari al 21.2% di share. Alla luce di questi dati, l'idea di un seguito è decisamente plausibile. Ancora di più se si considera il finale aperto. Di spunti da sviscerare in eventuali nuovi episodi, infatti, ce ne sono in abbondanza: il rapporto tra Alba e Malik, la nuova vita di Carlo Guerrieri e Cristina e, ovviamente, la ricerca di Clara. La donna, madre di Alba e moglie di Guerrieri, infatti è viva.

Claudio Amendola vuole continuare a lavorare in Rai

Al successo negli ascolti e al finale aperto, si aggiunge il desiderio di Claudio Amendola di continuare a lavorare in Rai. Lo ha rivelato lo stesso attore che nella fiction ‘Nero a metà' interpreta Carlo Guerrieri. Le sue parole, pronunciate alla conferenza stampa di presentazione della serie tv, sono state:

 "Stamattina entrando in Viale Mazzini ho pensato che la prima volta in Rai per me è stato il 1982. Di lunga serialità in Rai ne ho fatta tanta in passato, poi ho avuto l'onore di fare Marcinelle e Lampedusa, due chicche per me. Ho fatto lunga serialità per molti anni a Mediaset e questo mi ha impedito di farla in Rai. Per me è un piccolo ritorno a casa, qui ho fatto cose bellissime. Spero di continuare a lavorare ancora in Rai. Ho capito che il personaggio di Carlo era voluto da tutta la struttura Rai".

Le sue parole sembrano spingere nella direzione della seconda stagione. Non solo all'attore piacerebbe continuare a collaborare con la Rai ma ha anche rivelato che tutti gli addetti ai lavori facevano il tifo per il suo personaggio. Ora non resta che attendere che la Rai e i protagonisti rilascino una dichiarazione ufficiale in proposito.