Il docu-reality di Rai2, Il Collegio, è arrivato alla sua quarta edizione e sin dalla prima puntata, andata in onda martedì 22 ottobre, le sorprese non sono mancate. Le vicende dei 20 ragazzi che si sono dovuti ambientare ad uno stile di vita completamente nuovo da quello in cui sono abituati, vivendo negli Anni Ottanta, continuano ad appassionare il pubblico della seconda rete del Servizio Pubblico. Eppure non sempre sono entusiastiche le reazioni che il web rivolge ai partecipanti del reality, anzi alle volte travalicano ogni limite, come è accaduto per la giovane Maggy Gioia, letteralmente assediata dagli haters che hanno commentato senza pietà quanto è si è visto nella prima puntata della trasmissione. La quattordicenne ha però le idee chiare su quanto è accaduto e non esita ad esprimere il suo punto di vista.

Cosa ha scatenato l'ira degli haters

Intervistata da ilfattoquotidiano.it, Maggy Gioia ha raccontato come ha vissuto il devastante ciclone mediatico verificatosi in seguito alla sua scelta di non partecipare ad una bravata organizzata dai suoi compagni di classe. In piena notte i ragazzi hanno deciso di portare tutto l'arredamento dell'aula in cui sono soliti fare lezione, fuori al cortile della scuola. La ragazza non si è fatta convincere dall'insistenza dei suoi giovani compagni d'avventura che, per questa ragione, sono stati puniti, mentre a lei è toccato il titolo di "Miglior studentessa della settimana". Al termine della prima puntata, in cui si è potuto assistere a tutta la dinamica, Maggy Gioia è stata insultata sul suo profilo Instagram da quegli utenti che non avevano accolto di buon grado questo suo voluto e deciso distacco, tanto da rivolgerle pesanti ingiurie, arrivando anche a minacciarla di morte.

Le parole di Maggy Gioia

Insulti a dir poco terribili, dei veri e propri atti di cyberbullismo nei confronti di una ragazzina che non ha avuto paura di esprimere il suo dissenso, ribellandosi e affermando il diritto di voler fare semplicemente ciò che più ritenesse giusto. Questo assedio, violento e a dir poco immotivato, ha costretto la giovane a disattivare i commenti su Instagram, ma anche nell'intervista rilasciata alla nota testata giornalistica, Maggy Gioia non si nasconde ed afferma le sue ragioni:

Sono semplicemente una studentessa a cui piace seguire le regole e cerca di imparare il più possibile. Se devo essere sincera, non prendo in considerazione le minacce. Quello che scrivono di cattivo su di me non mi tocca. Accetto qualsiasi commento negativo, purché non sia volgare. Il bullismo? No, non sono mai stata vittima di bullismo fino ad adesso. In generale quella de Il Collegio è stata un’esperienza positiva e in alcuni casi istruttiva, anche se tra noi compagni non si riusciva ad andare d’accordo a causa dei nostri caratteri diversi. Sicuramente mi sono piaciuti i Prof e soprattutto il Preside, con cui mi sono trovata in perfetta sintonia.

La difesa del web

Il trattamento riservato alla giovane Maggy Gioia ha scaturito non solo le reazioni negative e riprovevoli di individui esaltati e dal commento facile, che sentono di poter usare le parole senza tener conto del loro peso, senza sapere che sono delle vere e proprie armi; ma ci sono stati anche coloro che, insieme ai professori del reality, hanno immediatamente condannato quanto è avvenuto. Uno dei professori più giovani, Luca Raina scrive, infatti: "È uno schifo tutto quello che è successo a Maggy" asserendo che si tratti di un vero e proprio episodio di cyberbullismo, ma anche alcuni utenti su Twitter si sono scagliati contro una violenza dai confini indecifrabili e incomprensibili. Molti hanno contestato la furia di quei commenti, sperando che si ravvedesse di fronte a quanto scritto e meravigliandosi della brutalità di certe affermazioni, come mostrano alcuni tweet riportati in basso.