Il talent canoro di Rai 2, The Voice of Italy, è già arrivato alla semifinale, la settima delle otto puntate previste per il programma è andata in onda nella serata di ieri giovedì 30 maggio. Dopo le lunghissime "Blind Auditions", durante le quali ogni giudice ha potuto scegliere il suo team, e le "Battle" in cui i 24 concorrenti arrivati a questa fase si sono sfidati a suon di acuti, si giunge ai "Knockout", la fase finale durante la quale tra i 12 aspiranti cantanti si è giunti ai 4 finalisti. Tra loro, un unico vincitore, che verrà decretato nella serata finale del 4 giugno 2019.

I nomi dei finalisti per ogni giudice

Nella puntata di ieri sera, Elettra Lamborghini, Gué Pequeno, Gigi D'Alessio e Morgan hanno dovuto scegliere chi, tra i componenti dei loro team, ha superato questo ulteriore step e può così procedere verso la finale. Sarà una puntata in grande stile, nella quale saranno presenti tanti ospiti, e i concorrenti avranno la possibilità di esibirsi insieme ad una band da 13 elementi. La fase finale dei Knockout ha visto sfidarsi tra loro i componenti di ogni team e, in base ad affinità e talento, i giudici hanno espresso le loro opinioni.

Elettra Lamborghini ha scelto Miriam Ayaba, più vicina al suo stile, che ha preferito nello scontro con Andrea Bertè; Gigi D'alessio ha deciso di portare in finale Carmen Pierri, la concorrente più giovane del talent, dell'età di 16 anni, apprezzando la sua voce limpida e il suo stile classicheggiante; la scelta di Guè Pequeno è caduta invece su  Brenda Carolina Lawrence, dalla voce intensa e dall'impronta tipicamente soul che ha vinto lo scontro con Francesco Da Vinci, ed infine il più estroso dei giudici, Morgan, ha scelto per il suo team Diablo, che ha superato la sfida con Matteo Gramellini.

Le storie dei finalisti di The Voice 2019

Ognuno dei finalisti ha una storia da raccontare attraverso la musica, ognuno di loro ha scelto di partecipare a The Voice per un motivo ben preciso. Proviamo, quindi, a conoscerli meglio. La prima finalista, Miriam Ayaba cresciuta  nella provincia di Mantova, con una parentesi napoletana, ha mostrato fin da subito un background musicale in cui è evidente una forte influenza multietnica, dal sound indiano a quello africano. Il suo stesso nome d'arte è un mix tra il suo nome originario e un vocabolo della tribù nigeriana Yoruba, che significa “regina”. La giovanissima Carmen Pierri, la scelta del team D'Alessio, coltiva la sua passione per la musica già dall'età di 12 anni, infatti ha iniziato a studiare pianoforte e canto molto presto.

Brenda Carolina Lawrence, la concorrente di Guè Pequeno, è anche lei giovanissima: ha solo 21 anni, è una studentessa di Lingue e Letterature Straniere, ma è appassionata di musica da sempre, infatti si è dedicata completamente al canto, seguendo lezioni assidue già da 5 anni. Infine, Diablo, il concorrente scelto da Morgan. Il suo nome è in realtà Dominique, ma la scelta di Diablo deriva dalla necessità di far emergere quella parte di sé più tormentata e difficile, motivo per cui ha scelto di comunicare il suo mondo interiore tramite il rap, il genere che più lo rappresenta, scrivendo sempre i suoi testi.