Giovedì 7 novembre, Adriano Celentano è tornato su Canale5 con ‘Adrian‘. L'artista ha dato il via alla puntata con alcuni dei volti più amati del piccolo schermo: Piero Chiambretti, Paolo Bonolis, Carlo Conti, Gerry Scotti e Massimo Giletti. Con loro ha avviato un dibattito sulla televisione attuale svelando, con grande sincerità, quali ritiene che siano i difetti dei loro programmi.

Il dibattito sulla televisione attuale

Gerry Scotti non reputa che la tv del passato sia migliore di quella di oggi. Carlo Conti ha paragonato la proposta televisiva a un ristorante dove si assaporano diverse pietanze: "L'importante è che sia fatta con ingredienti di qualità. Il pubblico ha un'arma incredibile, il telecomando. Ci fa vivere e ci cancella in un secondo". Massimo Giletti ha ammesso: "In molti programmi c'è il peggio di noi. Hanno provato a mandare in onda di tutto. Va fatta una riflessione. La tv ha una grande responsabilità". Paolo Bonolis ha aggiunto: "La televisione ha iniziato a stare sulle pa** a tutti quando ha soppiantato gli incassi del cinema e del teatro. Certo, deve essere più sincera quando si presenta. Se uno fa dibattito fa dibattito, se fa varietà fa varietà, non deve fare il dibattito nel varietà e viceversa".

Celentano e Madre Natura, il commento di Bonolis

Piero Chiambretti e Massimo Giletti hanno chiesto ad Adriano Celentano un parere su Madre Natura. Il cantante ha ironizzato: "Posso parlare di Madre Natura perché ho chiesto prima il permesso a mia moglie. Quando penso a Madre Natura mi si secca la bocca". Poi ha detto la sua su ‘Ciao Darwin':

"La trasmissione di Paolo è spumeggiante, è frizzante. Forse le donne sono un po' troppo nude. Un difetto c'è, ci sono bellissime donne e questo fa sempre piacere perché la bellezza va premiata. Però c'è una piccola esagerazione. Quando la ragazza è già praticamente nuda, ha un tanga che è un filo nel sedere, e sale le scale, la macchina da presa va proprio vicino, forse troppo".

Paolo Bonolis, allora, ha spiegato il senso delle donne poco vestite che popolano l'universo di Ciao Darwin: "Per raccontare il trash bisogna essere trash. Con i cellulari oggi i giovani non solo possono vedere il sedere di madre natura, ma anche madre natura mentre viene coltivata da altri, tu capisci che quello che mostriamo noi è niente". Celentano, però, ha proseguito la sua critica: "Devi ammettere, però, che nella tua trasmissione non c'è un cambiamento. Non c'è un attimo in cui si veda un'altra cosa". Bonolis ha chiuso con una battuta: "Ma come, cambiamo cu** ogni settimana".

Celentano critica la giuria di ‘Tale e Quale Show'

Adriano Celentano, poi, ha commentato anche ‘Tale e Quale Show'. Come molti spettatori, anche lui non apprezza il fatto che la giuria raramente esprima un parere negativo sui concorrenti. Secondo l'artista ci vorrebbe più sincerità: "Se dovessi trovare un difetto nella tua trasmissione è nella giuria. Vedo uno sforzo enorme della giuria a dover cercare di non denigrare i concorrenti. Se uno è meno bravo bisogna avere il coraggio di dirlo. È un difetto non facile da togliere. Fossi in te metterei un'altra giuria che giudica la giuria. Se fai la giuria che giudica la giuria, verrò nella prima puntata". Infine, dopo aver parlato di pornografia e gioco d'azzardo, ha detto la sua su Giovanni Floris: "Guardo sempre Floris, è bravissimo. Ma quando qualcuno sta sviluppando un concetto lo interrompe. Tutte le cose sono interrotte. Fa servizi talmente brevi che non si capisce mai la fine.