Nel corso della puntata di Live – Non è la D’Urso andata in onda il 19 aprile, Barbara D’Urso ha ricordato un episodio avvenuto poco dopo la scomparsa della madre Vera. Lo ha raccontato ad Antonella Elia che, come lei, ha perso la madre quando era solo una bambina. “Ti dico una cosa che non ho mai raccontato a nessuno, solo per farti capire come a volte sono gli altri a farti sentire in difficoltà” ha ricordato la padrona di casa “Anch’io ero piccolina, avevo 10 anni. Con i miei fratellini andavamo in giro con il bottone nero quando è morta mamma. Avevo sul diario di scuola la foto di mia mamma che si chiamava Vera. Sotto la foto avevo scritto ‘Mia mamma Vera’ perché si chiamava Vera”.

Barbara D’Urso ricorda la madre morta quando aveva 10 anni

Sarebbe stata una professoressa, presumibilmente conoscendo la sua vicenda personale, a metterla in difficoltà a causa di un equivoco generato dal nome della madre della conduttrice:

Facevo la prima media e la professoressa aprì il diario. Mi guardò e, siccome intanto mio padre si era risposato, mi disse “Ma non è bello che tu dica che questa è tua mamma vera e l’altra è la mamma finta”. E io le dissi “Ma lei è mia mamma Vera perché si chiama Vera”. Quindi vedi che le corazze vanno messe.

Il racconto di Antonella Elia, orfana di madre

La D’Urso ha deciso di raccontare la sua vicenda personale per confortare Antonella Elia, anche lei orfana di entrambi i genitori. Come Barbara, la concorrente dell’ultima edizione del Grande Fratello Vip perse la madre quando era piccolissima, aveva appena un anno. In trasmissione, ha ricordato che quella perdita generava in lei un profondo imbarazzo, impossibile da gestire e perfino da comprendere per una bambina:

Mi sentivo inferiore rispetto alle altre bambine. Quando qualcuno mi chiedeva di mia madre e io dovevo rispondere che non ce l’avevo, sprofondavo nella vergogna. Era come se fosse colpa mia, come essere sbagliata in un mondo di persone giuste, belle, forti. Non sono stati gli altri a farmi sentire diversa, mi ci sentivo io.