Quanto accaduto nel corso dell’ultima puntata di Amici 2020 ha portato con sé una serie di strascichi. Dopo che Alessandro Celentano e Giuliano Peparini hanno manifestato il proprio sostegno al programma, anche Rudy Zerbi prende le distanze dall’accaduto e rimprovera gli allievi rimasti in gara per non essersi dimostrati maggiormente vicini al talent show che sta regalando loro la popolarità. Entrato nella casetta in cui vivono gli allievi, il professore di canto ha condannato l’atteggiamento dei ballerini e cantanti coinvolti e ha svelato che Valentin Dumitru, dopo avere abbandonato il programma, avrebbe avanzato alla produzione una richiesta: quella di ricevere il premio messo in palio dagli sponsor e consegnato all’eliminato di ogni puntata (qui il video).

La richiesta di Valentin alla produzione

Zerbi, entrato in casetta, ha accusato gli allievi in gara di non avere preso le difese del programma quando Valentin ha fatto presente di volere abbandonare la gara. La richiesta del ballerino ha provocato un alterco con Maria De Filippi che ha difeso la sua trasmissione. Dopo quel momento, Valentin avrebbe chiesto di poter avere il premio del valore di 6000 euro che uno sponsor mette a disposizione di ogni allievo eliminato, premio che nel corso della terza puntata di Amici non è stato assegnato:

Arriva il momento Valentin e tutti muti. Valentin senza troppi giri di parole ha detto che Jacopo e un incapace, poi fa il discorso morale, si autoelimina perché dichiara “Comunque vada, che vinca o che perda, me ne vado” e poi a telecamere spente viene a chiedere i soldi del premio dello sponsor? Ma siamo fuori di testa completamente.

Zerbi rimprovera Javier Rojas

Una volta di fronte ai ragazzi, Zerbi ha chiesto che fosse mandato in onda un video in cui Javier lo definiva un “pagliaccio”, termine del quale ha chiesto conto al ballerino: “Perché mi chiami pagliaccio? Vorrei capire il senso di quella parola”. “Ero solo arrabbiato” ha spiegato lui a occhi bassi, facendo riferimento allo scatto di ira che lo aveva spinto a chiedere di abbandonare la gara. Apprese le sue scuse, l’ex discografico ha proseguito:

Questa storia che siete arrabbiati e poi chiedete scusa ha cominciato a stufare. E vale per tutti. Se uno è un pagliaccio perché dice quello che pensa, o ti auguri di incontrare nella vita solo pagliacci o solo gente che ti dà ragione. Dopo la scena che hai fatto, sei andato a sederti sulla poltrona verde con l’accesso alla quarta puntata. Da quel momento hai sorriso e sei stato muto. E la giuria improvvisamente era titolata a metterti sulla sedia verde. Prima, quando la giuria si permette di dare il voto a qualcun altro, è una giuria di incompetenti. Questo lo dico anche a Nyv che dice che queste parole sono frutto dello stress e vanno capite. I signori della giuria sono Gabry Ponte, e difficilmente qualcuno di voi riuscirà a fare la sua carriera, Cristian De Sica che è nato in una famiglia che è l’arte. Il padre ha fatto la storia del cinema. Chi è l’incompetente? Vanessa Incontrada ha fatto una valanga di film e fiction. Avrà una competenza per esprimere un giudizio? Cannito avrà una competenza o ce l’hanno solo quando vi danno ragione? Ma di che stress stiamo parlando? Stress emotivo quando siete 6 privilegiati? Sei bravissima artisticamente parlando ma siete dei privilegiati. Ti ricordi lo stress di quando non ti ca***va nessuno fuori? Se vi stressa sentirvi dire no, cambiate mestiere.