8 Febbraio 2016
10:41

‘Tutto può succedere’ vince la gara d’ascolti, Panariello battuto anche da ‘Le Iene’

Gli ascolti di domenica 7 febbraio hanno visto una sfida tra fiction italiane: “Tutto può succedere” su Raiuno contro “Tutti insieme all’improvviso” su Canale 5. La serie Mediaset viene però praticamente doppiata da quella Rai (2,1 milioni di spettatori contro 3,9) e finisce con l’essere superata anche da “Le Iene”, che chiude con un ottimo risultato: 2,5 milioni.
A cura di Valeria Morini

"Guerra" tra fiction italiane, nella gara d'ascolti di domenica 7 febbraio. Per evitare lo scontro diretto con il Festival di Sanremo, Canale 5 ha scelto di anticipare a ieri la nuova puntata di "Tutti insieme all’improvviso", la serie con Giorgio Panariello. Su Raiuno è invece andato in onda un nuovo episodio di "Tutto può succedere", con Maya Sansa, Giorgio Colangeli, Licia Maglietta, Pietro Sermonti, Alessandro Tiberi, Ana Caterina Morariu.

Raiuno doppia Canale 5

La sfida è stata vinta alla grande da Raiuno, con 3.975.000 spettatori e uno share del 16.25%. Gli ascolti della serie con Panariello vengono quasi doppiati e "Tutti insieme all’improvviso" si deve accontentare di 2.161.000 telespettatori, con share dell'8.61%.

Le Iene è il secondo programma più visto

Ad approfittare della situazione è "Le Iene Show" su Italia 1, che con 2.516.000 spettatori e il 10.91% di share è il secondo programma più visto della serata.

Raidue ha mandato in onda i classici appuntamenti con le serie tv "NCIS" (2.184.000 spettatori, 7.71% di share) e "Limitless" ( 1.909.000 spettatori, 6.98%).  Su Raitre, le inchieste di "Presa Diretta" hanno raccolto davanti allo schermo 1.563.000 spettatori pari a uno share del 6.46%. Rete4, invece, ha proposto il capolavoro di Steven Spielberg "Salvate il soldato Ryan" con Tom Hanks e Matt Damon, che ha totalizzato 1.137.000 spettatori con il 5.63% di share.

Finale di stagione (flop) per "1992"

Infine, su La7 sono andate in onda gli ultimi due episodi di 1992, la serie prodotta su Sky che racconta il periodo di Tangentopoli, con Stefano Accorsi, Miriam Leone e Tea Falco. Se sul satellite il successo era stato straordinario, la messa in onda in chiaro non ha purtroppo soddisfatto, registrando risultati decisamente deludenti. Tant'è che la rete ha (discutibilmente) scelto di trasmettere la nona e la decima puntata dalle 22.30, che hanno totalizzato rispettivamente 246.000 (1.12%) e 267.000 telespettatori (2.12%).

"Tutto può succedere" e "Il Segreto" si contendono la domenica d'ascolti
'Tutto può succedere' doppia 'Tutti insieme all'improvviso': è ancora sfida tra fiction
'Tutto può succedere' doppia 'Tutti insieme all'improvviso': è ancora sfida tra fiction
Il ritorno di Pepa a Il segreto vince la gara degli ascolti e batte Tutto può succedere
Il ritorno di Pepa a Il segreto vince la gara degli ascolti e batte Tutto può succedere
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni