Tommaso Zorzi entra in crisi dopo avere compreso che il Grande Fratello Vip non terminerà l’8 febbraio come comunicato da Alfonso Signorini ai concorrenti a dicembre. A mettergli la pulce nell’orecchio è stata una conversazione con Samantha De Grenet a proposito della durata del reality. Tommaso aveva confessato all’amica di contare i giorni che lo separano dalla finale e aveva aggiunto che non avrebbe accettato di restare nella Casa nemmeno un giorno in più in caso di un ulteriore allungamento del programma. Le espressioni di Samantha, che non può rivelare le informazioni apprese quando era ancora fuori dalla Casa, hanno instillato in lui i primi dubbi. “Samantha, se sai qualcosa dimmelo”, l’ha pregata lui, senza però ottenere risposta, “Io non resisto, te lo dico. Se fai questi sguardi significa che c’è qualcosa sotto”.

Tommaso Zorzi
in foto: Tommaso Zorzi

Le domande di Tommaso Zorzi agli autori

Nel tentativo di capirne di più, Tommaso è entrato in confessionale determinato a strappare agli autori una certezza. Non ne ha ottenute: non ci sono ancora date ufficiali per la finale del GF Vip e l’eventuale allungamento sarà comunicato ai concorrenti nei tempi e nei modi che stabilirà la produzione. Una volta uscito dal confessionale, Tommaso è entrato in crisi e si è messo a letto. All’amica Stefania Orlando, che lo aveva raggiunto per chiedergli cosa avesse, ha raccontato: “Sono entrato e ho detto ‘io ho questa ansia, ditemi solo che finisce l’8 febbraio’. E loro mi hanno detto che non lo sanno. Ma possono darmi una risposta del genere? Puoi tenere chiusa una persona in un posto e non dirle quando finisce?”.

L’ulteriore allungamento del GF Vip

Quello che Tommaso e gli altri coinquilini stanno solo adesso cominciando a immaginare è in realtà un tema ampiamente dibattuto da tempo fuori dalla Casa. La produzione del GF non ha ancora fornito date ufficiali per la finale, inizialmente prevista per il 4 dicembre e poi slittata all’’8 febbraio. Secondo le ultime indiscrezioni, però, pare che il reality sia destinato a essere allungato ancora, per poi concludersi tra il 26 e il 28 febbraio.