Monta il caso a Sanremo, incredibilmente a partire proprio dai tre uomini di punta dell’edizione 2020: Fiorello, Amadeus e Tiziano Ferro. Il cantante voluto dal direttore artistico per partecipare a tutte e cinque le serate trasmesse dall’Ariston ha palesato in una Instagram story il malcontento generato dai tempi previsti dalla scaletta. “Niente, anche stasera sono stato posizionato in scaletta dopo mezzanotte” ha scritto il cantante sul suo profilo Instagram “Scusate la story precedente. Mi era stato detto che sarei passato prima, ho scritto preso dall’entusiasmo”. Un post che non lascia spazio a fraintendimenti, pubblicato in aperta polemica con il padrone di casa e la presa di posizione manifestata del corso della conferenza stampa che precede la terza puntata del Festival.

La battuta di Tiziano Ferro a Fiorello

È #FiorelloStatteZitto l’hashtag della “polemica” lanciato da Tiziano Ferro nel corso della seconda puntata di Sanremo. Arrivato sul palco dopo l’una – il Festival è terminato poco prima delle due – l’artista aveva interrotto Fiorello per cercare di accorciare i tempi della prima serata, ormai sconfinata quasi al termine della seconda. “È l'una Amadeus. Possiamo fare qualcosa domani? Grazie. Hashtag #FiorelloStatteZitto…scherzo”. Scherzava, forse, ma l’invito è stato accolto dal pubblico attivo su Twitter che ha mandato l’hashtag in tendenza.

Il commento di Amadeus, quella di Tiziano è una “battuta infelice”

Durante la conferenza stampa che precede la terza puntata di Sanremo 2020, Amadeus ha preso le distanze dalla battuta pronunciata da Tiziano Ferro sul palco. “Io lancerei un altro hashtag per stasera: #FiorelloParlaAncora” ha detto schierandosi al fianco dell’amico Fiore “È stata una battuta infelice, figlia forse della stanchezza e della tensione, una battuta che non capiterà più. Mi prendo io la responsabilità di aver fatto la scaletta”.