La seconda puntata di Temptation Island 2020, in onda giovedì 9 luglio su Canale 5, ha mantenuto alti gli standard quanto a momenti esilaranti e avvincenti a tutti i telespettatori collegati. La seconda tappa del viaggio dei sentimenti è stato caratterizzato dalle rivelazioni di Antonella Elia, che sente ancora il suo ex Fabiano Petricone, fino a un inaspettato omaggio a Ennio Morricone. Ecco i cinque momenti imperdibili della seconda puntata di Temptation Island 2020.

L'omaggio a Ennio Morricone

Anche Temptation Island ha reso omaggio alla memoria di Ennio Morricone, il grande compositore scomparso all'età di 92 anni il 6 luglio. È una sorpresa che un format come questo conceda spazio per un omaggio di questo tipo, partecipando così alla grande commemorazione collettiva che c'è stata in queste giornate. Le suggestive immagini delle coste di Santa Margherita di Pula accompagnate dall'indimenticabile Tema di Deborah da "C'era una volta in America". La seconda puntata si è aperta così entrando di diritto tra uno dei cinque momenti memorabili.

Lo show di Antonella Elia

Le rivelazioni di Antonella Elia si accompagnano sempre a una scenetta trash, come quella di fare la pipì accanto ad Alessandro Ubaldi. Poi però c'è una grande rivelazione. La showgirl racconta al tentatore di essere ancora in contatto con il suo ex Fabiano Petricone: "Le nostre litigate sono quasi sempre per Fabiano. Ora lo sento di nascosto. Cancello messaggi e chiamate, tanto non cambierà mai il mio affetto per Fabiano. Pietro non può impormi di fare una cosa". Pietro Delle dapprima non si scompone poi tornano nel villaggio si sfoga: "Se un tuo ex ti chiama tutti i giorni e lo senti per alcune cose anziché sentire me, vuoi dire che non hai stima". 

Antonio e Annamaria, un nuovo capitolo

Non c'è dubbio che la storia tra Antonio e Annamaria sia probabilmente la più interessante. Lui, uomo positivo, prototipo di cartone del maschio alpha napoletano; lei, la meridionale materna di turno disposta a sopportare le sue angherie pur di vedere un barlume d'amore nei suoi pensieri. Non c'è dubbio che Antonio sia l'unico tra i fidanzati a spassarsela sul serio nel villaggio delle tentatrici, tra toccatine, bacetti, abbracci e battutacce da palestra. Annamaria, costantemente in lacrime, si riprende quando a una cena con una delle tentatrici, anziché fare avances, parla finalmente di lei: "Io la amo, sono qui con una ragazza che non è lei. Una donna come lei non la trovo. Il problema è che siamo due mondi opposti, io vivo nella paura del suo giudizio".

La rabbia di Lorenzo Amoruso

Roccioso e arcigno in mezzo al campo, il temperamento di Lorenzo Amoruso non è di certo cambiato ora che è arrivato a sfiorare le 50 primavere. Lui è sicuro del rapporto con Manila Nazzaro, ma i video lo inducono ad arrabbiarsi e non poco. Le confidenze che lei ha fatto di lui ai tentatori lo hanno fatto ammattire: "Lui sta a Firenze e non vuole trasferirsi, io lo vorrei ma non posso lasciare Roma perché devo lavorare. Non posso dipendere da un uomo, come mantengo i miei figli?". Lorenzo Amoruso ha interrotto il video infuriandosi, poi ha ripreso la visione guardando anche Manila che si lascia andare a toccatine e leccatine con leggerezza il video: "Ragazzi, noi qui siamo dei signori, dobbiamo svegliarci. Io non ho toccato mezza ragazza, ‘ste bambinate non si fanno". Mito assoluto.

Il falò di confronto tra Alessandro e Sofia

Il falò di confronto tra Alessandro e Sofia entra di diritto tra i momenti imperdibili. I due si accavallano di continuo. Alessandro fa prevalere il suo momento di gelosia e le rinfaccia di essersi subito lasciata andare, di contro Sofia lo ammonisce: "Devi dimostrare chi sei e io chi ero, dovevamo rimanere dentro". Tra i due c'è grande rabbia e le cose sembrano andare per il peggio, quando alla fine Alessandro, grande e grosso, si dimostra comunque essere in balìa di lei, Sofia. I due usciranno insieme. Eppure, sembrava deciso a porre fine per sempre alla sua relazione con Sofia e alla fine "l'amore ha trionfato". Filippo Bisciglia li accompagna mentre escono di scena dicendo che adesso sono "più uniti che mai". Ci crediamo poco.