Curioso cambio di look per l'attore Jim Parsons, che ha pensato bene di tingersi la chioma di biondo platino. Una modifica un po' "choc" per i fan di The Big Bang Theory, la sitcom di culto in cui, per dodici stagioni, ha interpretato l'iconico personaggio di Sheldon Cooper. Del fisico nerd reso celebre dalla serie resta ben poco e Parsons appare quasi irriconoscibile.

Perché Jim Parsons si è fatto biondo

Dietro il cambio di chioma, come lo stesso Parsons ha spiegato in una diretta con Jess Cagle, non c'è un nuovo ruolo da attore, ma la voglia di sperimentare un nuovo look in tempi di isolamento da coronavirus: "La quarantena porta dei cambiamenti. Volevo scuotere l'atmosfera per mio marito, che ha solo un compagno. Ora, diciamo, ha un compagno e mezzo. Sai, una piccola novità per ravvivare un po' la vita di casa". Parsons ha fatto coming out pubblicamente il 23 maggio 2012 nel corso di un'intervista rilasciata al New York Times. Nella medesima occasione, ha ufficializzato la relazione di lunga data con il direttore artistico Todd Spiewak, iniziata già nel 2002. I due si sono sposati il 13 maggio 2017 al Rainbow Room di New York.

La carriera di Jim Parsons dopo The Big Bang Theory

Dopo la storica chiusura di The Big Bang Theory dopo dodici anni e l'addio al ruolo di Sheldon Cooper che gli ha permesso di conquistare 4 Emmy Awards e un Golden Globe, la carriera di Parsons sta continuando con una nuova serie televisiva attualmente disponibile su Netflix. È infatti nel cast "Hollywood" di Ryan Murphy (che l'aveva già diretto in "The Normal Heart" nel 2014). Nella serie che racconta la Mecca del cinema negli anni d'oro del secondo dopoguerra l'attore impersona il personaggio realmente esistito di Henry Willson, noto agente cinematografico dell'epoca.