Hillary Clinton è uno dei personaggi più influenti della politica statunitense, nonostante la sua corsa alla presidenza non sia giunta a buon fine, la sua è una figura determinante nell'ambiente e la sua storia personale oltre che professionale è di grande interesse, tanto che Hulu ha annunciato che produrrà una serie televisiva sul suo conto. La particolarità, però, sta nel fatto che la serie non prenderà spunto solamente da fatti realmente accaduti, ma gioca sulla possibilità, sul "come sarebbe andata se" e probabilmente sarebbe stato tutto diverso.

Una Hillary lontana da Bill Clinton

In realtà una serie in cui si tra le protagoniste c'è anche la candidata democratica americana, è il terzo capitolo di American Crime Story nel quale viene affrontato il famigerato Sexgate, in cui fu coinvolto il Presidente Bill Clinton. Nel 1995 si scoprì che aveva una relazione extraconiugale con l'allora stagista 22enne Monica Lewinsky, da questo momento il nome di Bill Clinton cadde nel baratro, ma al suo fianco, Hillary, cercò di risollevare le sorti della presidenza del marito. Ma l'idea di una nuova serie tv, il cui titolo è Rodham adattamento televisivo del libro omonimo di Curtis Sittenfeld, non ha nulla a che vedere con questo spaccato della storia americana, ma racconta le prospettive di quello che sarebbe potuto essere. Incentrati sulla signora Clinton sono poi gli episodi di "Hillary", la mini serie in 4 puntate prodotta dalla Fox che però aveva raccontato le presidenziali del 2016.

Di cosa parlerà la serie

Rodham descrive una sorta di «moderna parabola sulle scelte, sul femminismo e sul perché questo Paese ha una relazione tanto complicata con le donne al potere». Hillary Clinton viene, quindi,  raccontata nel momento della scelta, del bivio davanti al quale scegliere una strada o l'altra. In questa serie si assisterà, quindi, ad un cambiamento di condizioni di partenza e status che, però, si distaccano dalla determinazione e l'ambizione dell'attuale signora Clinton. La serie, è una produzione Hulu curata dalla stessa Sarah Treem di The Affair, dovrebbe raccontare  stando a quanto dichiarato dalla produzione  e riportato anche su Vanity Fair "la storia di un’ambiziosa giovane donna, che sta sviluppando la sua mente straordinaria nell’ultima parte del ventesimo secolo, muovendosi dall’idealismo al cinismo per poi fare nuovamente l’opposto".