31 Marzo 2016
16:49

Raffaella Carrà regina delle gaffe a The Voice of Italy: dice al filippino “Salam Aleikum”

Nell’ultima Blind Audition di The Voice of Italy 2016, nella quale si sono completati i team in gara, la Carrà ha pasticciato con la geografia, accogliendo il filippino Armand Curameng con il tipico saluto islamico. Niente di nuovo per la Raffa nazionale, che già nel corso della serata si era rivolta in spagnolo a un concorrente rumeno e nella prima puntata aveva commesso un clamoroso incidente diplomatico sulla condizione delle donne in Iran.
A cura di Valeria Morini

Questa edizione di "The Voice of Italy" passerà alla storia probabilmente anche per le gaffe storico-geografiche del coach Raffaella Carrà. La divina decana del talent show di Raidue è caduta in una piccola serie di errori nel corso delle Blind Audition, che non sono ovviamente passati inosservati al sempre implacabile popolo della rete.

Nell'ultima Blind, in onda ieri sera, 30 marzo, la Raffa nazionale (che per la cronaca si è anche beccata un "bastarda" da parte della solo apparentemente innocua nonnina di una concorrente scartata) ha combinato un po' di pasticci confondendo le diverse latitudini del globo terrestre. Prima ha salutato in spagnolo un concorrente rumeno, Ovidiu Florin Lazar (scartato). Poi, il capolavoro con il filippino (ma residente da tempo a Palermo) Armand Curameng. Una volta conosciuta la sua nazionalità, la Carrà ha pensato bene di accoglierlo con un "Salam Aleikum", il ben noto saluto arabo usato dalla popolazione musulmana che letteralmente significa "la pace sia su di voi".

Armand Curameng favorito per la vittoria

Momento di imbarazzo in trasmissione. Max Pezzali, Emis Killa e Dolcenera sono apparsi dubbiosi, ma Raffaella si difende: "Io ho un'amica che vive nelle Filippine, le ho chiesto qual è il saluto più comune lì e lei mi ha detto che è ‘Salam Aleikum'", aggiungendo subito dopo: "Almeno, mi pare". La cantante ha sostenuto che la maggioranza della popolazione filippine sia islamica; peccato che nell'arcipelago asiatico i musulmani, in realtà, siano solo il 5%. Per sua fortuna, Armand non sembra aver fatto troppo caso alla gaffe, in virtù del suo amore incontrastato per la Carrà. "Sei la fonte d'ispirazione della mia vita da quando sono arrivato in Italia", ha dichiarato Curameng, entrato proprio nel team Carrà. Grazie alla sua performance sulle note di "Crazy Little Thing Called Love" dei Queen è già diventato uno dei concorrenti più amati nonché uno dei favoriti alla vittoria.

Il precedente: "In Iran le donne non guidano"

Immancabili i commenti e le frecciatine su Twitter, tanto più che la Carrà non è affatto nuova a episodi del genere. Un caso molto simile è stato quello della concorrente persiana Kimia Ghorbani, che ha commosso tutti con la storia della sua fuga dall'Iran, dov'era stata picchiata e arrestata solo perché cantante. La Raffa ha voluto dimostrare la sua solidarietà alla ragazza, esagerando però sulla condizione femminile nel Paese di Rohani: "Lì le donne non possono studiare, né guidare", ha dichiarato la coach. Peccato che questi presunti divieti non esistano affatto in Iran (la questione della guida interessa semmai le donne dell'Arabia Saudita). L'approssimativa ma sempre meravigliosa Carrà si è pure beccata un bel Tapiro d'Oro da Striscia la Notizia e si è successivamente scusata con Kimia, che con molta dolcezza ha apprezzato il gesto giustificandolo con "l'emozione del momento".

The Voice of Italy 2016: i 4 team

Con l'ultima Blind Audition, inoltre, si sono completati i team dei quattro coach, così composti. L'appuntamento è per la prima serata delle Battle, in onda mercoledì 6 aprile.

Team Max Pezzali: Clara Aceti, Claudio Cera, Kimia Ghorbani, Elya Zambolin, Kevin Pappano, Cristiano Carta, Aurora Lecis, Virna Marangoni, Davide Carbone, Katy Desario, Andrea Cerrato, Ivan Giancarlo Giannini, Viviana Colombo, Mirko Adinolfi, Elisa Meo, Francesca Basaglia, Noemi Castagnanova, Valentina Buccinnà, Giuseppe Citarelli, Cristina Cascone e Cristina Di Pietro.

Team Emis Killa: William Prestigiacomo, Giuliana Ferraz, Marta Pedroni, Debora Cesti, Davide Ruda, Mariangela Corvino, Charles Kablan, Giorgia Papasidero, Corinne Marchini, Frances Alina Ascione, Giuseppe Giordano, Veronica Moscara, Roberta Nasti, Salvo Matarazzo, Jennifer Vargas Antela, Mirko Ciulla, Viviana Buonomo, Roxana Ene, Mattia Di Cicco, Gianfrancesco Cataldo e Marta Pilia.

Team Raffaella Carrà: Andrea Palmieri, iWolf, Manuel Aspidi, Foxy Ladies, Samuel Pietrasanta, Valentino Bianconi, Daniele Soffiani, Tanya Borgese, Cristina Ambu, Alessia Langella, Francesca Profico, Elisa Maffenini, Bruna Zaccaro, Erika Finotti, Ottavia Bruno, Federica Vincenti, Irene Colzani, Rosaria Mallardo, Armand Curameng, Fabio De Gennaro e Beatrice Ferrantino.

Team Dolcenera: Massimo Cantisani, Sara Caratelli, Chiara Granetto, Stephanie Riondino, Annamaria Castaldi, Giorgia Alò, Fabio De Vincente, Alice Paba, Greta Squillace, Danylo Palyeyev Barmanskyy, Agnese ‘Neja’ Cacciola, Domenico Caringella, Joe Croci, Agata Aquilina, Giulia Franceschini, Francesco Polucci, Edith Brinca, Enrico Bernardo, Luca De Gregorio, Rocco Fiore e Mattia Sciascia.

Raffaella Carrà critica The Voice: "Non c'è modo di far conoscere gli artisti"
Raffaella Carrà critica The Voice: "Non c'è modo di far conoscere gli artisti"
Carrà: "The voice of Italy non ha lanciato talenti? Amici ci è riuscito dopo anni"
Carrà: "The voice of Italy non ha lanciato talenti? Amici ci è riuscito dopo anni"
Alice Paba vince The Voice of Italy 2016, festeggia Dolcenera
Alice Paba vince The Voice of Italy 2016, festeggia Dolcenera
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni