Lunedì 14 settembre, ha avuto inizio il Grande Fratello Vip 2020. Il reality condotto da Alfonso Signorini è entrato subito nel vivo, regalando agli spettatori la prima lite. A scontrarsi poco dopo il calcio d'inizio sono stati l'influencer Tommaso Zorzi e Patrizia De Blanck. La contessa è entrata nella casa già agguerrita per una dichiarazione rilasciata dal venticinquenne.

Cosa ha detto Tommaso Zorzi su Patrizia De Blanck

Il risentimento della contessa Patrizia De Blanck per Tommaso Zorzi ha origine da una dichiarazione che l'influencer ha rilasciato sul suo conto. Mentre si raccontava sul settimanale Chi, gli è stato chiesto se avesse già avuto modo di conoscere qualcuno dei concorrenti del Grande Fratello Vip 2020. La sua risposta, che poi causerà un incidente diplomatico, è stata: "Ho conosciuto una volta Patrizia De Blanck in un ristorante di Roma. Lei è un po' un personaggio del Gattopardo. La nobile decaduta, quel vecchio stampo lì". E la contessa se l'è legata al dito.

Patrizia De Blanck litiga con Tommaso Zorzi

Quando Patrizia De Blanck è entrata nella casa, nel corso della prima puntata del Grande Fratello Vip 2020, i concorrenti che già avevano varcato la porta rossa le sono andati incontro per salutarla. Tra loro anche Tommaso Zorzi, che ha già conquistato Signorini. La contessa non lo ha salutato perché l'ha definita "nobile decaduta": "Tu sei quello che sparla di me, perciò non ti saluto. Ho letto il pezzo che hai fatto. Fai i pezzi senza conoscermi perciò non ti saluto". Zorzi prova a negare: "Non so di cosa stai parlando". E spiega che è brutto iniziare questa esperienza così. Alfonso Signorini interviene e invita la De Blanck a non dare troppo peso a ciò che si legge sui giornali, anche se si tratta della rivista da lui diretta. Ma la donna ha continuato imperterrita: "Tutte caz*ate immani, non ti saluto. Decaduta de che? Non mi pare che sono tanto decaduta, stron*o" e ancora: "Così bello, così stron*o, hai rotto i cog*ioni". Alla fine Zorzi si è fatto perdonare con un baciamano. La contessa, però, non perdona e lo ha nominato. Si preannuncia un'edizione scoppiettante.