In questi giorni, Paolo Conticini ha destato grande apprensione nella squadra di Ballando con le stelle 2020. Lo aveva raccontato Milly Carlucci nel corso della conferenza stampa di presentazione della nuova edizione del programma. Gli esiti del tampone e degli esami a cui l'attore si era sottoposto sembravano dubbi. Nel corso della prima puntata della trasmissione di Rai1, Conticini ha raccontato la paura che lo ha attraversato.

Il pianto di Paolo Conticini

Paolo Conticini si è sottoposto a un doppio tampone con esame completo che ha evidenziato dei valori alterati. L'attore ha temuto non solo per la sua salute ma anche perché si sentiva responsabile di un eventuale nuovo rinvio del programma Ballando con le stelle 2020. Poi è arrivata la telefonata che lo informava che era stato solo un falso allarme ed è crollato in lacrime:

"I valori erano alterati, sentivo che era finito tutto. Mi sentivo responsabile di tutto. Quello che aveva portato a fermare il programma. Mi sarebbe piaciuto che qualcuno mi avesse detto che mi avevano fatto uno scherzo. E poi, squilla il mio telefono. Mi sono fatto il segno della croce e ho risposto. E mi hanno detto tre volte: ‘Va tutto bene, va tutto bene, va tutto bene'. E lì ho avuto un crollo e ho iniziato a piangere. Ho pianto, ho pianto, è bello piangere".

Milly Carlucci racconta cosa è successo

Nel corso della conferenza stampa di presentazione di Ballando con le stelle 2020, Milly Carlucci ha rimarcato lo stesso senso di sollievo provato quando si è avuta la certezza che Paolo Conticini fosse negativo al Covid-19: "È stato fatto un doppio tampone con esame completo. L’esame è stato effettuato in due macchine, quindi con analisi separate. Quando è arrivato l’esito negativo, per noi è stato un grandissimo sollievo. Dopo il risultato negativo del tampone di Paolo, abbiamo capito che eravamo tutti in corsa per l’inizio di Ballando con le stelle".