La squalifica di Morgan e Bugo dal Festival di Sanremo è uno degli argomenti di cui si è parlato più spesso in questi giorni, l'avvenimento che ha scombussolato completamente l'andamento della kermesse canora. In collegamento nel corso della trasmissione di Rai 1 condotta da Caterina Balivo, nella puntata di martedì 11 febbraio, il pubblico a casa ha assistito alla telefonata di Marco Castoldi e sua madre, Luciana Colnaghi.

La telefonata tra Morgan e la madre

L'irruenza di Morgan appare anche per telefono, e in diretta televisiva il cantante non esita ad esternare i suoi pensieri, il suo stato d'animo nei confronti di una situazione così difficile da gestire, nella quale lui appare il più delle volte come "un mostro", colui che ha portato alla rovina un'esibizione, quella con Bugo,  che aveva la sua valenza e avrebbe potuto avere ancor più risonanza di quanta ne abbia avuta. A prendere le sue difese è sua madre Luciana che è intervenuta nel corso della trasmissione già nel corso della giornata di lunedì e poi, ha avviato un collegamento oggi. È arrivata, in studio, inaspettatamente la chiamata di Morgan. "Nessuno mi ha difeso, sono solo, l'unico che può difendermi è Dio. Tu sei stata l'unica a far scendere quel ragazzo dalla croce, tu sei come la Madonna. In Italia non c'è più musica buona, infatti me ne devo andare da qui, l'Italia non mi merita". Il cantante è un fiume in piena, non riesce a frenare la sua rabbia, ma non perde la lucidità quando si tratta di parlare della madre che ha cercato, con la sua presenza, di mitigare i giudizi sul suo conto. "Comportati da brava persona quale sei, dai, ognuno sarà libero di fare la musica che vuole".

L'intervento di Caterina Balivo

Ad intervenire, poi, è la padrona di casa di Vieni da me, la quale fa notare al cantautore che la madre ha accettato di mostrarsi in televisione solo per lui: "Guarda Marco, io voglio dirti una cosa, tua madre non è venuta per me, è venuta per te e quando ha sentito la tua voce la sua faccia è cambiata, quindi al di là di Bugo, Sanremo, se questa cosa può farti recuperare il rapporto con tua madre allora va bene così". Dinanzi a queste parole l'eccentrico artista sembra quasi sciogliersi e promette alla madre che sarebbe andato a trovarla, a patto che lei gli preparasse "una meringata, del vino moscato, un po' salame". 

Le parole di Luciana Colnaghi

La madre di Morgan ha recentemente dichiarato che il figlio non è una cattiva persona, e il suo atteggiamento spesso non viene compreso anche perché è riconducibile ad una persona che ha sofferto tanto nella sua vita, sin dalla gioventù, come racconta lei stessa: "È una persona che ama tanto la musica, non è solo un personaggio. Voglio aiutarlo: lui ama talmente la musica da strabordare. Da quando ha avuto lo sfratto non ci sentiamo, se non con qualche messaggio. Marco si è isolato, non so nemmeno dove abiti e dice ‘mi avete abbandonato nel bosco'. Nessuno lo ha abbandonato, ha voluto isolarsi. Io gli avevo anche comprato casa vicino al luogo dove abito. Mio figlio mi ha mandato un messaggio dopo il mio intervento, mi ha scritto ‘Brava mamma'. Mi ha fatto piacere. Io esisto e ci sono per lui. In casa abbiamo vissuto un dramma con la morte di mio marito, cui Marco era molto legato. Aveva un rapporto strettissimo con mio marito, che c'era sempre. Quando è venuto a mancare il papà, Morgan aveva 16 anni e ha sofferto moltissimo".