Ha sollevato un vero polverone la notizia della presenza di Mimmo Lucano  a Che tempo che fa, nella puntata in onda domenica 21 ottobre. L'ospitata da Fabio Fazio del sindaco di Riace, attualmente sospeso e indagato per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, è già al centro di numerose polemiche e ha scatenato vive proteste della Lega contro Rai1. Questo è quanto si legge in un documento redatto dai parlamentari leghisti membri della commissione di vigilanza Rai:

Nonostante la revoca agli arresti domiciliari è evidente come Lucano sia accusato di aver violato norme civili, amministrative e penali sull'accoglienza. Chiediamo quindi che Fazio non chiami il sindaco in trasmissione. La tv pubblica non può divulgare modelli distorti sull'onda di strumentalizzazioni ideologiche. Sulla questione prepareremo, inoltre un'interrogazione in commissione di vigilanza Rai.

Si attende nulla osta Rai, Magorno difende Fazio

A quanto riportato dal Messaggero, la Rai sta facendo "le opportune e dovute verifiche legali" sull'ospitata di Lucano nel salotto di Fabio Fazio. Il sindaco di Riace sarà presente soltanto se arriverà il nulla osta dell'azienda. Inoltre, il conduttore sarà chiamato ad assicurare il pluralismo dando voce a tutte le parti in causa. Intanto, a prendere le difese di Fazio e della sua decisione di ospitare Lucano, sono intervenuti alcuni esponenti del Partito Democratico tra cui il senatore Ernesto Magorno:

Assurda presa di posizione della Lega che vuole censurare Mimmo Lucano e il modello Riace. La Rai non è proprietà del partito, ma è patrimonio di tutti, è un simbolo della democrazia che può e deve raccontare storie di pace come quella di Riace.

Il caso Lucano

Lucano è stato arrestato con l'accusa di aver organizzato matrimoni di convenienza tra cittadini riacesi e donne straniere senza permesso di soggiorno per aiutarle a permanere in territorio italiano. Avrebbe inoltre assegnato in maniera fraudolenta il servizio di raccolta rifiuti a due cooperative prive dei requisiti di legge. Sotto accusa è il cosiddetto modello Riace, divenuto famoso a livello internazionale: una serie di iniziative nell'accoglienza ai migranti che il sindaco ha messo in atto nel Comune calabrese per avviare un profondo processo di integrazione, tanto che Lucano è stato inserito dalla rivista Fortune nella lista dei 50 leader più influenti al mondo.

Il sindaco sul palco con Fiorello?

A intervenire in sostegno di Lucano è stato anche l'attore Beppe Fiorello, suo amico personale che ha girato una fiction Rai su Riace la cui messa in onda è stata al momento sospesa. Fiorello si è detto disposto a ospitare Lucano nello spettacolo teatrale che sta portando in giro per tutta Italia.