In apertura della sesta puntata di Ballando con le stelle 2020, in onda sabato 24 ottobre, Milly Carlucci ha spiegato che non è facile per lei andare in onda con l'emergenza che sta investendo l'Italia. Nelle ultime ore, infatti, hanno fatto il giro del mondo le immagini degli scontri contro il coprifuoco avvenuti a Napoli, oltre al fatto che continua a salire il numero dei contagi da Coronavirus. La conduttrice ha espresso la sua vicinanza agli italiani.

Il desiderio di regalare un sorriso al pubblico

Milly Carlucci ha ammesso che dopo un telegiornale colmo di cattive notizie, è difficile prendere il timone di Ballando con le stelle: "Benvenuti a tutti voi, ovunque voi siate in Italia, nel momento difficile che stiamo attraversando. Benvenuti su questa pista che vi vuole portare un momento di spensieratezza. Vediamo se stasera, in mezzo a tutte le preoccupazioni, riusciamo a ritagliarci un respiro, un sorriso. Noi ce la metteremo tutta". Quindi ha ribadito:

"Non è facile cominciare questo programma venendo dopo un telegiornale che ci ha raccontato di un'emergenza che tutti quanti noi stiamo condividendo in Italia. Però diciamo che ognuno nei momenti difficili porta quello che ha e quello che noi possiamo portare come contributo è quello del sorriso a casa. Ci impegneremo al massimo per farvi divertire questa sera".

Ballando con te, le difficoltà dovute al Covid-19

Dalla sesta puntata di Ballando con le stelle, inizia anche lo spazio chiamato Ballando con te, dove concorrenti provenienti da tutta Italia possono proporre la loro esibizione. Milly Carlucci ha chiarito con quale modalità si svolgerà questa "gara nella gara". Ha precisato che sono state osservate tutte le regole per scongiurare il rischio di contagio da Coronavirus:

"Finalmente inauguriamo Ballando con te. È stata una gestazione che sembrava un parto di sei gemelli, abbiamo fatto le selezioni in tutta Italia addirittura nel 2019 perché dovevamo andare in onda a marzo. Abbiamo incontrato più di 10 mila ballerini, persone meravigliose, dai più grandi ai più piccoli. Non potevamo portarli qui in pista. Hanno girato i filmati della loro prova di ballo nella loro città. Alcuni di questi filmati sono stati realizzati prima ancora che ci fosse l'emergenza Coronavirus. Vedrete cose strane e ogni volta vi giustificherò perché magari nel filmato ci sono concorrenti senza mascherina e così via. Ma è tutto regolare, perché noi ci teniamo che sia tutto regolare".