Maria Siponta è stata tra le protagoniste di una storia andata in onda nella puntata di C’è posta per te di sabato 20 febbraio. Compagna di Lorenzo, è stata convocata in trasmissione da Antonella, figlia dell’uomo che rivendicava l’opportunità di trascorrere più tempo con il padre, un’opportunità che la donna faticherebbe ad assecondare. In tv, Maria e Lorenzo hanno aperto la busta ad Antonella ma sulla donna, detta “Sipontina”, si è riversata un’ondata di odio. A difenderla, a qualche ora da quel momento, sono state le amiche che sono intervenute sui social raccontando una storia diversa rispetto a quella emersa in tv.

Le amiche difendono Maria Siponta

In risposta agli insulti che la donna ha ricevuto sui social – qualcuno le ha perfino puntato il dito contro dopo avere rintracciato il suo profilo Facebook – le amiche di Sipontina l’hanno difesa. “Il fatto che non sia andata anche la figlia grande, la dice lunga, fidati. Conosco bene Maria, se non è attaccata, non attacca. Non ha avuto vita facile anche lei. È una brava giornalista, colta ed educata e ha una figlia meravigliosa”, scrive Debora, che dichiara di conoscere da tempo Maria. Un’altra amica di Sipontina conferma: “Solo chi non conosce la protagonista si permette di dare giudizi così cattivi. Io la conosco da più di trent'anni e posso assicurare che è buona, gentile e altruista. Purtroppo questo in trasmissione non è venuto fuori. Lei era emozionata, si è lasciata cadere addosso tutte le colpe senza reagire. Ha fatto la signora. Se non sapete i fatti reali astenetevi dal commentare che fate solo danni”.

Gli insulti a Maria Siponta, protagonista di C’è posta per te

Contro Maria Siponta, protagonista della scorsa puntata di C’è posta per te, sono stati scagliati gli insulti peggiori. La rete, come spesso accade di fronte a storie tanto divisive, ha fatto fronte comune con un risultato disastroso per Maria.Per il momento, la donna ha preferito non commentare quanto sul suo conto è stato detto e scritto. Nessuno sconto nemmeno a Lorenzo, marito di Maria. Anche lui, come la moglie, è stato bersagliato da insulti che hanno finito perfino per raggiungere il suo profilo Facebook.