Maria Siponta, detta Sipontina. È lei che in questo momento si trova al centro di una serie di commenti negativi sui social network. È la villain della settima puntata di C'è posta per te. L'antagonista della vita di Antonella, una figlia che si vede negare il libero accesso a suo padre. Da quando ha sposato proprio la Sipontina, non è più lui: "Dobbiamo chiamarti di nascosto perché a lei non sta bene. Devi cancellare i messaggi e le chiamate". Uno scenario abbastanza bizzarro che ha causato molta indignazione nel pubblico appassionato di C'è posta per te.

La storia di Maria Siponta a C'è posta per te

Di fronte agli attacchi di Antonella e alle prove mostrate da Maria De Filippi, Maria Siponta si è difesa anche davanti all'evidenza: "Parliamo di una ventina di telefonate al giorno e non sono telefonate per cose utili. Se hai un motivo utile puoi farlo. La cosa è diventata molto insistente. A me dà fastidio questo rapporto morboso. Siete grandi e dovete capire che adesso vostro padre ha un'altra famiglia. […] Io poi ti ho detto di cancellare il mio numero, non quello di tuo padre". Alla fine la busta viene aperta con la promessa che i rapporti si riallaccino e i dissidi si stemperino. Ma uno spettacolo nello spettacolo è quello che in queste ore sta accadendo sul profilo Facebook della signora "antagonista" della storia.

Gli insulti su Facebook

Ma sui social network della signora, mentre la puntata va in onda, piovono offese e insulti: "Sei una vipera", "Vergognati", "Una figlia deve chiamare il padre tutte le volte che vuole", "Non ti vergogni di quello che dici?", "La strega malvagia ti fa un baffo!!!! Cattiveria pura!". Quasi seicento commenti sotto uno degli ultimi aggiornamenti del profilo pubblico Facebook di Maria Siponta, incoronata dal pubblico a casa come "la cattiva del web".