L’abbiamo visto con Antonella Elia e Pupo al Grande Fratello Vip, il mestiere dell’opinionista non è una scienza esatta. Puoi funzionare come concorrente di reality ma questo non significa tu debba poi essere il vox populi che tutti aspettavano. Cambia la sostanza, non solo la forma. Avere un carattere polemico, essere un provocatore, ambire a innescare il dibattito o essere semplicemente populista non basta.

La formula Lamborghini – Zanicchi – Zorzi non funziona del tutto, almeno non quanto si sperava. Elettra l’onomatopeica, la solita Iva e il Tommaso inflazionato non restituiscono ciò che forse Mediaset aveva sperato nell’investimento. Commentatori real time uniti da una debole sinergia e visibilmente scarichi rispetto al loro potenziale, i tre opinionisti dell’isola sembrano arrancare dopo settimane di messa in onda.

Ilary Blasi costretta a un’eterna partita di ping pong alla ricerca disperata dell’intervento perfetto, li interpella come se li censisse e porta avanti da sola quella che doveva essere la cifra polemica del reality. Una blastagirl d’eccellenza, come contrasta i naufraghi e manovra (anche in modo maldestro a volte) le loro dinamiche emotive nessuno. Nel frattempo la Lambo si sperimenta al massimo come spettatrice da divano, Iva Zanicchi vira sul ruolo di personal stylist della conduttrice e il buon Tommy, al quale erano aggrappate le maggiori aspettative, si limita a intervenire come un Tonon di altri tempi. Ciò che aveva funzionato nella casa del GF Vip fino a poche settimane fa sembra essere svanito, anche quella sagace ironia che aveva mosso i fili dell’audience persino del canale 55.

L’opinione non può essere ascritta a mestiere quando la si soffoca in un meccanismo inceppato fatto di giochi di parole, doppi sensi e provocazioni tanto al Kg che non si prestano né all’approfondimento degli scenari né all’innesco di confronti utili all'integrazione dei daytime. Eppure singolarmente la triade avrebbe tutte le carte in regola per farcela, basterebbe capire fino a che punto vorranno mettersi in gioco.