Non è passata inosservata, soprattutto agli appassionati di Un posto al sole, la scena della soap andata in onda nella puntata del 18 novembre in cui Carla Parisi, il primo personaggio transgender della soap interpretato da Vittoria Schisano, è vittima di un'aggressione omofoba da parte di tre ragazzi, mentre si trova in strada. Aggressione che fortunatamente scongiurata dall'intervento di Vittorio, ma che ha ugualmente lasciato il segno sull'attrice e sul pubblico.

Vittoria Schisano commenta la scena di Un Posto al Sole

A parlare della scena è stata proprio Vittoria Schisano, entrata nel cast di Un Posto al Sole da pochi mesi, che ha pubblicato la scena per intero su Instagram legandola a un fatto personale: "Interpretare questa scena è’ stato molto faticoso, riguardarla fa ancora più male, denunciare episodi di bullismo così forti, volgari, schifosi e’ un dovere. Sono una persona fortunata circondata di stima e di amore ma purtroppo queste scene non sono sempre e solo fiction. All’età di 12 anni ho vissuto lo stesso episodio per ben due volte e vi assicuro che pur se è passato molto tempo, il senso di impotenza e di paura ti resta addosso per sempre". Vittoria Schisano prosegue quindi con un suggerimento a un gesto di buon senso:

Pensateci bene prima di prendere in giro la vostra compagna di banco perché troppo grassa o il ragazzino in prima fila perché indossa i pantaloni rosa, ci sono persone che reagiscono e trasformano la paura in forza altre purtroppo che ancora oggi si tolgono la vita per un video che qualche imbecille ha messo in rete. Autori di gesti come questi non sono bulli, non sono simpatici, non sono uomini forti, sono animali vigliacchi e vanno denunciati. Grazie ancora una volta ad #UPAS e a tutti gli autori RAI per dare con il loro prodotto uno spunto di riflessione … anche questo vuol dire fare SERVIZIO PUBBLICO e grazie ad ognuno di voi per i bellissimi messaggi che sto ricevendo.

Interpretare questa scena è’ stato molto faticoso, riguardarla fa ancora più male, denunciare episodi di bullismo così forti, volgari, schifosi e’ un dovere. Sono una persona fortunata circondata di stima e di amore ma purtroppo queste scene non sono sempre e solo fiction. All’età di 12 anni ho vissuto lo stesso episodio per ben due volte e vi assicuro che pur se è passato molto tempo, il senso di impotenza e di paura ti resta addosso per sempre. Pensateci bene prima di prendere in giro la vostra compagna di banco perché troppo grassa o il ragazzino in prima fila perché indossa i pantaloni rosa, ci sono persone che reagiscono e trasformano la paura in forza altre purtroppo che ancora oggi si tolgono la vita per un video che qualche imbecille ha messo in rete. Autori di gesti come questi non sono bulli, non sono simpatici, non sono uomini forti, sono animali vigliacchi e vanno denunciati. Grazie ancora una volta ad #UPAS e a tutti gli autori RAI per dare con il loro prodotto uno spunto di riflessione … anche questo vuol dire fare SERVIZIO PUBBLICO e grazie ad ognuno di voi per i bellissimi messaggi che sto ricevendo. Vi aspetto questa sera alle 20:45 su RAI3 per un nuovo episodio di Un posto al sole ☀️❤️ #VittoriaSchisano #actress #soap #love #coraggio #ServizioPubblico

A post shared by Vittoria Schisano (@vittoria_schisano) on

L'eterna giovinezza di Un Posto al Sole

Carla Parisi nella soap di Rai3 è papà di Alex e Mia, ma nel frattempo è diventata donna e la scena si inserisce perfettamente nella narrazione tipica di Un Posto al Sole, una serie televisiva che da anni prova ad affrontare temi sociali e culturali di grande impatto. Non a caso con il seguito è invariato e la soap quotidiana di Rai3 giustifica di anno in anno la sua longevità grazie a questa capacità di restare attaccata all'attualità.

Chi è Vittoria Schisano

Nessuno meglio di Vittoria Schisano avrebbe potuto interpretare questo ruolo. L'attrice, al secolo Giuseppe Schisano, nel novembre 2011 annunciò di aver intrapreso il percorso per effettuare il cambio di sesso. Dopo aver già ricoperto dei ruoli in alcune fiction televisive, anche Rai, come "Mio Figlio" del 2005, in cui interpretava il compagno del figlio del protagonista Lando Buzzanca, Giuseppe Schisano ha preso la sua decisione, nonostante le numerose difficoltà da dover affrontare. Un cammino di cui l'attrice ha parlato in più occasioni anche in televisione, un cammino alla fine del quale ha ripreso in mano la sua vita sentendosi a tutti gli effetti appagata nel suo corpo. Della sua storia hanno parlato in molti e lei non ha mai avuto timore di mostrare apertamente la sua sofferenza, la sua battaglia nei confronti di una identità che non sentiva appartenerle, divenendo simbolo di una condizione delicata, della quale nonostante se ne parli, non si può dire sia del tutto sdoganata nell'opinione pubblica. Per queste ragioni la sua presenza in una soap popolare e a trazione fortemente generalista come Un Posto al Sole, assume un valore simbolico particolarmente alto.