John Peter Sloan è morto la sera del 25 maggio a causa di una grave crisi respiratoria. Aveva 51 anni. L'attore aveva calcato il palco di Zelig, dove aveva messo in scena degli spettacoli educativi quanto ironici sulla lingua inglese. In queste ore il direttore artistico di Zelig, Giancarlo Bozzo, lo ha ricordato in una nota.

L'ultimo spettacolo per Zelig nel 2019

L'ultima volta che John Peter Sloan è stato protagonista di Zelig è stato lo scorso anno, ma in passato l'attore e comico ha partecipato sia al programma televisivo che agli spettacoli che si tenevano al teatro di viale Monza. Giancarlo Bozzo lo ha ricordato con affetto. Il direttore artistico ha rimarcato quanto un insegnante di inglese come lui, possa essere utile alla scuola Italiana:

“Un uomo davvero simpatico, entusiasta della vita e dei rapporti umani. Dal punto di vista artistico ha coniato questa capacità di insegnare in allegria, cosa che sarebbe utile alla scuola italiana. Ci mancherà moltissimo, già da adesso. Tutto lo staff di Zelig è vicino alla famiglia”.

Avrebbe dovuto partecipare a Zelig Covid Edition

Giancarlo Bozzo ha fatto sapere che di recente si era messo in contatto con John Peter Sloan per chiedergli di partecipare a Zelig Covid Edition. La versione in streaming del noto spettacolo, che partirà il 30 maggio, sarà presentata da Vanessa Incontrada e Claudio Bisio e chiamerà a raccolta i comici più amati per accendere i riflettori sulla situazione precaria degli artisti a seguito dell'emergenza Coronavirus. Anche John Peter Sloan aveva accettato di prendere parte all'evento. Giancarlo Bozzo ha spiegato:

“Lo avevo contattato proprio per partecipare allo Zelig Covid Edition, la maratona con 300 artisti con Claudio Bisio e Vanessa Incontrada, che si terrà sabato 30 maggio, avrebbe dovuto partecipare”.