Mario Tricca è stato senz'altro uno degli alunni più amati de ‘Il Collegio 4‘. Insieme ai suoi compagni di avventura, il quindicenne originario di Castel Madama (Roma), ha sperimentato l'atmosfera del 1982. La notorietà gli ha donato un nutrito gruppo di fan, ma anche qualche grattacapo. A poche ore dalla messa in onda dell'ultima puntata del reality, Mario Tricca è intervenuto sui social per fare delle precisazioni.

La precisazione sulla sua sessualità

Nel reality ‘Il collegio 4', Mario Tricca si è distinto come il migliore tra gli allievi. A bocce ferme, ha voluto togliersi qualche sassolino dalla scarpa. Tricca sostiene che alcuni giornali abbiano fatto allusioni a una sua presunta omosessualità. Sui social, Mario Tricca ha ritenuto opportuno precisare:

"Dato che ho notato che alcuni giornali di basso rilievo da ieri hanno scritto titoli più che fraintendibili sulla mia sfera sessuale, ribadisco fermamente che sono maschio etero e mi piacciono le ragazze. Basta speculare sulla mia persona per rendere visibili i vostri articoli".

Mario Tricca fa un bilancio de ‘Il Collegio 4'

Nell'intervista rilasciata nei giorni scorsi a Fanpage.it, Mario Tricca ha tracciato un ritratto di sé. L'allievo che ha saputo conquistare il pubblico con la sua filosofia di vita, si è descritto come un ragazzo determinato, che ama preservare la sua autenticità senza lasciarsi influenzare dagli altri:

"Sono un ragazzo determinato, pieno di interessi e passioni che vanno dalle più creative alle più pratiche e sportive. Nonostante alcuni timori giustificabili per la mia età, dopo questa esperienza posso dire che la mia più grande ambizione è quella di distinguermi dalla massa in modo originale, rimanendo però sempre fedele a me stesso e senza farmi influenzare da nessuno, perché essere autentici è basilare nella vita, così come l'umiltà e la forza di volontà è tutto nella vita. Dimenticavo, sono una persona che pur rispettando gli altri so come farmi valere".

L'immagine parla da sola #ilcollegio #giornalismo

A post shared by Mario (@mario_tricca_) on