Live - Non è la D'Urso 2020-2021
18 Maggio 2020
08:10

Elena Morali: “Luigi Favoloso non mi ricatta. Nina Moric impari l’italiano e smetta di fare lifting”

Ennesimo capitolo della telenovela Favoloso/Moric, con Luigi e Elena Morali ospiti in studio a Live – Non è la D’Urso. Nina ha sostenuto che lui ricatti l’attuale fidanzata con un video hard, circostanza che Elena ha negato fermamente. Al tempo stesso, la Morali ha rifiutato di divulgare il contenuto della telefonata con la Moric.
A cura di Valeria Morini
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Live - Non è la D'Urso 2020-2021

L'affair Moric/Favoloso continua a essere al centro di Live – Non è la D'Urso. Il nuovo capitolo è stato scritto domenica 17 maggio, quando Elena Morali ha risposto alle precedenti affermazioni di Nina Moric. Quest'ultima ha sostenuto di aver ricevuto una telefonata lunga 4 ore da una Morali in lacrime, che avrebbe sostenuto di essere stata ricattata dall'attuale fidanzato Luigi Mario Favoloso con un video hard. Questa la replica di Elena, che ovviamente ha negato tutto e ha offerto la sua versione sulla famosa telefonata, cui ha partecipato anche il produttore Daniele Di Lorenzo, ex amante della Morali.

Non sono stata io a fare la chiamata. Sono stata messa in una condizione in cui non posso parlare qui sennò tirerei fuori cose legali pesanti verso il signore citato dalla Moric, che è lo stesso che mi ha accusato di essere drogata e malata. Parliamo del mio ex Daniele Di Lorenzo, preferisco non considerarlo un ex fidanzato, un fidanzato non si comporta così. Facesse le analisi del capello, come ho fatto io per dimostrare che non sono drogata. Al momento della telefonata con la Moric ero con lui perché l'avevo incontrata per un lavoro che poi non c'è stato. In quella telefonata lui e la Moric mi hanno detto le peggio cose su Favoloso, per tre ore. Nina mi ha detto che avrei dovuto bloccarlo sui social. Era tutto fatto per dividerci.

Elena Morali contro Nina Moric

Barbara D'Urso ha svelato che l'intera telefonata è stata registrata da Nina Moric, che ha messo a disposizione l'audio a Live. La conduttrice, che ha sentito l'intera registrazione, ha fatto capire che Elena, nel corso della telefonata, abbia pianto molto e abbia ammesso di essere stata ricattata. Ha proposto di mandare in onda alcune frase estrapolate dalla chiamata affinché Elena replicasse, ma quest'ultima ha rifiutato.

Non ho mai fatto un video con Luigi. Se vogliamo riprenderci lo facciamo io e lui anche se non è mai successo. Luigi non mi ricatta, è meraviglioso e mi dispiace che queste due persone vogliono fare passare me come fragile e lui come uno che vuole uccidere qualcuno. Prima o poi la verità uscirà. Sono stati loro (Moric e Di Lorenzo, ndr) a dirmi che Luigi avrebbe potuto avermi fatto un video. Me l'hanno imboccato, e Nina cercava di farmi dire che ero stata picchiata da Luigi. Che assolutamente non è vero, lui non mi ha mai alzato un dito se non per farmi un regale. Parliamo di follia, lei ha bisogno di qualche cura. Imparasse l'italiano e smettesse di farsi i lifting. Parlasse in tribunale. Io le cose serie le tratto in tribunale, non in tv. Durante la telefonata piangevo perché ero rimasta chiusa in casa e non potevo uscire.

Elena Morali rifiuta di divulgare la chiamata con la Moric

Nel frattempo, la D'Urso ha appreso che la Moric stava telefonando in diretta alla redazione di Live, chiedendo che la telefonata fosse mandata in onda. La Morali ha rifiutato ancora, alzando i toni contro la rivale: "Divulgare le registrazioni senza il consenso è reato. Se io non sono d'accordo se ne faccia una ragione. Nina è un'ignorante".  Barbara D'Urso ha convenuto sull'impossibilità di mostrare le frasi della telefonata in mancanza del consenso della Morali. Si attende a questo punto un'ulteriore replica della Moric, probabilmente nella prossima puntata.

196 contenuti su questa storia
Il figlio di Paul Gascoigne:
Il figlio di Paul Gascoigne: "Io bisessuale, sono grato a papà per averlo accettato"
Omicidio Maurizio Gucci, Pina Auriemma:
Omicidio Maurizio Gucci, Pina Auriemma: "Ucciderlo per Patrizia Reggiani era un tarlo, è pericolosa"
Giulio Pretelli e Alessia Pellegrino:
Giulio Pretelli e Alessia Pellegrino: "Dopo due mesi che ci conoscevamo, il dono della gravidanza"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni