Antonino Cannavacciuolo si calerà nell’inedita veste del professore e mentore nel nuovo programma di Sky: Antonino Chef Academy, che prenderà il via martedì 12 novembre su Sky alle 21.15. Naturalmente il tema principale intorno al quale ruoterà l’intero format è la cucina, argomento questo molto caro non solo allo chef di origini napoletane ma anche al pubblico televisivo che, sempre più spesso, sembra prediligere pentole che ribollono e fornelli incandescenti ai classici varietà. Nel cooking show Antonino Chef Academy, Cannavacciuolo insegnerà alla classe – che rimarrà sotto l’occhio vigile delle telecamere anche nei momenti di vita quotidiana – i preziosi segreti del mestiere che lo hanno portato a diventare uno chef stellato, dando lezioni pratiche e teoriche su come utilizzare gli ingredienti, sulla scelta delle materie prime e sulla loro cottura, rivelando alcuni preziosi segreti che ruotano attorno al mondo della ristorazione, in un vero e proprio corso di formazione.

Che cos’è Antonino Chef Academy?

Antonino Chef Academy è una scuola per giovani cuochi, tra i 18 e i 23 anni, i quali avranno l’incredibile possibilità di poter cucinare fianco a fianco con lo chef 2 stelle Michelin Cannavacciuolo, che si calerà nel ruolo di insegnante e dispenserà consigli e nozioni sulle tecniche di cucina di base. I 10 concorrenti non si metteranno alla prova solo tra i fornelli ma dovranno mostrare anche una grande abilità nell’affrontare gli imprevisti, nel sapersi adattare, nel presentare piatti dall’elevato gusto estetico e nel possedere una certa abilità nel gestire il food cost di un ristorante, dimostrando così di essere pronti per fare il grande salto di qualità ed entrare nel mondo dei professionisti, evolvendosi da cuochi a chef. Non mancheranno ovviamente gli ospiti celebri appartenenti al mondo della ristorazione, che affiancheranno Cannavacciuolo nelle lezioni “specialistiche” mettendo alla prova l’abilità dei ragazzi. In Antonino Chef Academy, i concorrenti non saranno seguiti esclusivamente all’interno della cucina tra lezioni, tra compiti in classe e test, ma saranno ripresi anche nei momenti di vita quotidiana che si ritroveranno a condividere insieme, tra gioie, dolori e qualche inevitabile screzio. Di puntata in puntata, Cannavacciuolo deciderà chi promuovere e chi bocciare, come un vero professore.

Antonino Cannavacciuolo: Dagli esordi alle due stelle Michelin

La sua travolgente spontaneità e il calore partenopeo hanno fatto diventare Antonino Cannavacciuolo uno degli chef più amati della televisione italiana. Il suo aspetto da “gigante buono” lo ha reso un beniamino del pubblico, affezionatosi in breve tempo a lui e alle sue celebri pacche sulla schiena, diventate ormai un vero e proprio marchio di fabbrica dello chef. Nato a Vico Equense il 16 aprile 1975, Antonino è molto legato alla sua terra d’origine che, ancora oggi, cerca di raccontare nei suoi piatti con profumi, colori e sapori tipicamente campani. Figlio d’arte – il padre ha insegnato nella stessa scuola alberghiera dove lui si è diplomato – e desideroso di accrescere il proprio bagaglio culturale, Cannavacciuolo dopo le prime esperienze nella penisola Sorrentina si è spostato in Francia nella regione dell’Alsazia per un periodo di stage, al termine del quale è tornato in Italia. Nel 1999 ha preso in gestione insieme alla moglie il ristorante Villa Crespi, insignito della prima stella Michelin nel 2003, alla quale si è aggiunta la seconda nel 2006.

Con Antonino Chef Academy si spalancano le porte del ristorante Villa Crespi

Il premio per il vincitore di Antonino Chef Academy è un vero sogno ad occhi aperti: il trionfatore del cooking show avrà l’onore di poter entrare nella brigata di Cannavacciuolo a Villa Crespi. Il raffinato ed esclusivo ristorante 2 stelle Michelin che si affaccia sul Lago d’Orta e situato all’interno di una splendida dimora moresca, è stato eletto proprio nei giorni scorsi miglior ristorante italiano, aggiudicandosi anche il terzo posto nella classifica mondiale. Chi sarà il fortunato che riuscirà ad entrare in una delle cucine più esclusive al mondo? Che gli aspiranti chef scaldino i fornelli, la gara sta per avere inizio!