Preparate armi e popcorn, arriva la nuova ondata di Romani da contrastare, are you ready? Finalmente torna la seconda stagione di Britannia, la serie Sky Original a tinte fantasy in uscita il 22 novembre e in onda per tutti i venerdì successivi alle 21.15 su Sky. La serie creata e scritta dai fratelli Jez e Tom Butterworth, il primo sceneggiatore già noto, tra le altre cose, di Spectre, e il secondo autore dell'incredibile Tin Star, la serie crime con Tim Roth. Entrambi avevano già affrontato il tema della conquista dei territori d'Oltremanica sceneggiando nel 2007 L'ultima Legione, ma con Britannia l'approccio storico e fantasy si mescolano ancora di più grazie anche a una buona dose di ironia e sarcasmo.

Britannia 2: da dove ricominciare?

Si ricomincia senza Kelly Reilly (alias Kerra), l'affascinante guerriera figlia del re dei Cantii, una delle tribù ormai definitivamente scomparse. Siamo nel 45 d.C. e sono passati due anni dall'invasione dei Romani. Aulus Plautius (David Morrissey ) continua la romanizzazione delle terre conquistate sopprimendo in modo “barbaro” e violento chiunque si opponga con l'aiuto della regina dei Celti, Amena, interpretata da Annabel Scholey. Ma Aulus sembra avere degli obiettivi più oscuri che inquietano anche la regina, divorata dai fantasmi del passato. Nel mentre si muove anche l'imperatore Claudio, che ha il volto di Steve Pemberton, in visita ai confini dell'Impero Romano con il suo stuolo di elefanti e servitori e la sua indiscutibile vena comica.

Britannia 2: tra profezie e riti mistici

I romani, tra saccheggi e razzie, si lasciano indietro distruzione ovunque passino. La dodicenne Cait, la bellissima Eleanor Worthington Cox, è l'ultima speranza per riportare la libertà ai Celti: la strada è lunga, ma sembra proprio lei la predestinata per compiere l'antica profezia che può salvarli dai Romani. Ci riuscirà? Di certo un grande aiuto lo riceve dal Druido Divis (Nikolaj Lie Kaas, Angeli e Demoni, The Killing), che la affianca e la addestra. Tuttavia, a complicare le cose, ecco un'improvvisa guerra civile che scoppia tra i Druidi, divisi in due fazioni capeggiati dai fratelli Veran e Harka, entrambi interpretati dall'istrionico Mackenzie Crook.

Britannia 2: sangue e magia i veri protagonisti

È vero che la storia intriga e si basa su eventi storicamente accaduti pur se reinterpretati in chiave fantasy, ma ciò che piace di questa serie è sia l'ironia che serpeggia in molte scene ed è propria di non pochi personaggi (l'incontro tra l'imperatore Claudio e Aulus Plautius è una delle scene più esilaranti della prima puntata), che il mix di violenza, sangue e magia che costituisce il vero fil rouge della stagione.

Insomma preparate lo stomaco, mangiando leggeri. E se non avete ancora visto la prima stagione, potete recuperarla on demand. Appuntamento a venerdì 22 alle 21.15 su Sky.