La storia tra Pierpaolo Pretelli e Ariadna Romero è stata davvero importante, dal loro amore è nato il loro piccolo Leo e nonostante si siano lasciati il loro rapporto non si è mai incrinato. Dopo la sorpresa della scorsa settimana, in seguito alla quale il gieffino ha incontrato la modella, Pretelli ha manifestato un forte momento di crisi all'interno della casa più spiata d'Italia che lo ha portato a chiedersi se tra loro potesse esserci ancora qualcosa. Invitata a Live-Non è la D'Urso, la modella ne ha espresso le sue perplessità a riguardo.

Le parole di Ariadna Romero

Lo sfogo di Pierpaolo Pretelli e il suo presunto blocco con le donne è stato uno degli argomenti più chiacchierati degli ultimi giorni. A scatenare questa crisi improvvisa è stato l'incontro con la sua ex, Ariadna Romero, che ha provocato in lui un momento di estrema confusione che l'ha portato a pensare di non essere più in grado di innamorarsi. Barbara D'Urso, quindi, ha ben pensato di sottoporre la questione alla diretta interessata, chiedendole se ci fossero margini per un ritorno di fiamma: "Secondo me no, secondo me è tanto confuso. Comunque io sono un pilastro nella sua vita, io non solo la sua ex, io sono la mamma di suo figlio, come lui è il papà di mio figlio e questo legame così forte, forse quando c'è qualcosa che va male come con Elisabetta, c'è sempre quella…". Secondo i presenti in studio, invece, tra i due potrebbe ritornare l'amore, soprattutto perché fortemente legati dall'amore per il piccolo Leonardo.

I pensieri di Pierpaolo Pretelli

La loro storia è ormai finita da due anni e mezzo, ma il modello non ha negato di averci pensato più volte nel corso di questo tempo che hanno trascorso separati l'uno dall'altro. Proprio negli ultimi giorni, inoltre, ha dichiarato di aver pensato all'idea che loro potessero davvero riconciliarsi: "Mi ha fatto piacere che sia venuta, mi ha smosso delle riflessioni. Magari vedendomi qui ha rispolverato l'immagine che ha di me…mi passano per la mente tutti i momenti belli insieme…stando qui mi faccio tremila film"