In una lettera diffusa alle agenzie, Adriano Celentano attacca Sky e difende Asia Argento. Dopo l'esclusione da X-Factor con Lodo Guenzi chiamato a sostituire l'attrice dopo lo £scandalo Jimmy Bennett", anche il "molleggiato" si unisce al coro in difesa dell'artista puntando il dito direttamente contro i vertici della multinazionale americana. D'altronde non è più un mistero, come abbiamo appreso da fonti interne alla produzione, che a restare inflessibili sulla propria posizione siano stati proprio i vertici mentre in Italia c'era più tolleranza sulla possibilità di un reintegro, desiderato e tentato fino alla fine.

Le dure parole di Adriano Celentano

"Chi ti ha cacciato da X-Factor è un ipocrita". Adriano Celentano non fa giri di parole e va dritto al punto, attaccando chi si è preso la responsabilità di lasciare fuori Asia Argento.

Peccato. Perché X Factor è un bel programma, intelligente e fatto bene, soprattutto grazie al prezioso apporto dei magnifici quattro, mi riferisco ai giudici: Manuel Agnelli, Fedez, Mara Maionchi e Asia Argento, naturalmente senza nulla togliere al nuovo arrivato. Quindi "PECCATO". Perché con un programma così, uno si immagina che anche i padroni siano all'altezza di ciò che producono, e invece no. Improvvisamente scopriamo che alle spalle della bella "X" si nasconde un MOSTRO dal falso moralismo pronto a condannare e a eliminare in nome della sua traboccante ipocrisia. Per cui senza minimamente riflettere, si crede alle menzogne spudorate di quel  americano che l'ha ricattata: Asia? Fuori. Decretano gli ipocriti. Può una, bella come te, violentare qualcuno che poi, casualmente, questo qualcuno è anche un uomo? No, non può perché io ti conosco Asia. Se c’è qualcuno, davvero capace di violentare non sei tu, ma quei tizi che si incipriano la faccia per coprire lo sporco che hanno dentro. nno dentro".

La risposta di Asia Argento

Asia Argento ha replicato su Twitter, pubblicando la nota di Adriano Celentano: "Ora che mi ha difesa pubblicamente anche il più grande musicista italiano vivente nonché il mio mito, posso ingoiare questo rospo col sorriso. I Love You, Adriano".