Il nuovo programma di Tv8 di cui Adriana Volpe è al timone, insieme ad Alessio Viola, ovvero Ogni Mattina, è ormai entrato a pieno titolo tra i trend televisivi del momento e non per i suoi brillanti risultati in termini di ascolti, bensì per l'esatto opposto. Eppure l'ex conduttrice Rai, non sembra preoccuparsi dell'andamento dello show come ha dichiarato in un'intervista rilasciata a Tv Sorrisi e Canzoni, dove parla per la prima volta di questa nuova esperienza.

Il commento di Adriana Volpe

Da quando "Ogni mattina" ha avuto inizio se n'è parlato spesso, soprattutto per la querelle ancora in atto tra la ex gieffina e il volto de I Fatti Vostri, Giancarlo Magalli, con cui non scorre buon sangue da diversi anni. I due non hanno mai messo un punto a questo continuo rinfacciarsi nefandezze l'un l'altro, tanto che hanno continuato a farlo da un'emittente all'altra. La prima stoccata sugli ascolti piuttosto bassi registrati dal programma viene, infatti, proprio dal conduttore di Rai1 che non ha esitato a sottolineare come la striscia mattutina che vede protagonista la sua ex collega non goda di un buon seguito, pur essendo uno show nuovo e che, quindi, potrebbe destare maggiore curiosità nel pubblico. La Volpe, dal canto suo, non ha mai toccato apertamente questo punto e per la prima volta ne ha parlato in un'intervista rilasciata al settimanale Tv Sorrisi e Canzoni, lasciando intendere che le sue esperienze televisive precedenti erano state ben diverse:

Grazie alla partecipazione al ‘Grande Fratello Vip’ ho scoperto la gioia della libertà di pensiero e di espressione. E ora sono fiera di lavorare in una rete, Tv8, che è libera da condizionamenti politici ed editoriali

Gli ascolti di Ogni Mattina

Il programma che, a dire il vero, richiama la solita formula di quello che in gergo si può chiamare infotainment, racchiude una buona percentuale di informazione, condita con uno spazio dedicato all'intrattenimento, come accade per i diretti competitor delle altre emittenti. Purtroppo, però, lo show è stato visto da poche persone, arrivando a stento alla soglia delle centomila. Sicuramente non un buon inizio, ma non significa che non possano esserci dei miglioramenti futuri.