Vittorio Cecchi Gori e Rita Rusic sono stati ospiti di Barbara d'Urso, ricomponendo sul piccolo schermo una coppia celebre del gossip italiano tra gli anni Ottanta e Novanta, che ha generato chiacchiericcio per  l'amore che li ha uniti e soprattutto quando quell'amore si è esaurito, portando a beghe legali che hanno spaccato la famiglia in due, allontanando il produttore dall'ex moglie e dai suoi figli. Che tuttavia gli sono stati vicino poco più di un anno fa, quando a Natale del 2017 è stato colpito da un malore per il quale ha rischiato la vita. Rita Rusic e il figlio Mario decisero di prendere immediatamente un aereo da Miami per raggiungerlo ed assisterlo, ridandogli la vita, come lui stesso ha detto:

Non parlavamo almeno da dieci anni – racconta la Rusic al pubblico di Domenica Live – poi un giorno, mentre dormivo, mi svegliano dicendomi che c'erano condizioni gravissime, di chiamare urgentemente. Ma inizialmente avevo capito si trattasse di Vittoria, non di Vittorio. […] Ho deciso di venire in Italia con Mario, perché quando c'è una situazione simile non sai mai come possa andare. Un viaggio orribile, da Miami a Roma, in cui non sai nulla di quello che stia accadendo. Una volta arrivati lo abbiamo visti in condizioni terribili, in una stanza, intubato e la cosa mi ha fatto subito piangere. Faceva paura.

Un risveglio che Vittorio Cecchi Gori ha impresso nella memoria: "Quell'attimo, vagamente, ma lo ricordo ancora, è stato molto bello". Oggi le sue condizioni di salute sono nettamente migliorate, anche e soprattutto grazie alla vicinanza di una famiglia che ha ritrovato dopo anni. Perché il malore, come lui racconta, non è stato solo una questione clinica: "Io sono stato male per infelicità. Stare soli, per mantenere il punto, è una cosa che non vale la pena".

Rita Rusic risponde a Valeria Marini

 

La conduttrice si è legata a questo argomento per chiedere un commento alla Rusic rispetto a quanto detto da Valeria Marini, a sua volta ex compagna di Cecchi Gori, poche settimane fa. La show girl l'aveva sostanzialmente accusata di aver detto falsità sul suo conto quando l'aveva accusata di aver partecipato al compleanno di Vittorio Cecchi Gori solo per farsi pubblicità e dopo averlo lasciato solo nei momenti difficili: "Nella vita ci sono cose importanti e poi ci sono le chiacchiere, che stanno a zero – dice la Rusic – Noi oggi siamo qui e siamo stati vicino a Vittorio quando ne aveva bisogno. Sapevamo benissimo che si è sentito male perché era solo, che era un uomo trascurato perché nessuno si prendeva cura di lui. I fatti sono come ho trovato Vittorio e come sta oggi. Noi non stiamo appiccicati tutti i giorni, ma tutti i giorni ci sentiamo". E davanti al tentativo di Cecchi Gori di sminuire la questione Rita Rusic chiosa così:

Capisco le tue difficoltà nel parlarne, ma quando sei stato con Mara Meis non ci sono stati problemi, andavamo tutti d'accordo. Con lei no.