Victoria Cabello si prepara a tornare. La frizzante conduttrice ha pubblicato su Instagram il teaser di un nuovo progetto: VBF. Dopo la malattia che in passato l'ha costretta a lasciare la tv per ben tre anni, la Cabello è pronta a proporre ai suoi numerosissimi fan qualcosa di nuovo e stravagante. Al momento, non è dato sapere se il progetto andrà in onda in tv o sul web, ma già promette scintille.

Il trailer di ‘VBF', nuovo programma di Victoria Cabello

Il trailer è coloratissimo e stravagante. Insomma, in puro stile Victoria Cabello. All'inizio del video, della durata di 49 secondi, Victoria Cabello lamenta di aver finito le rime. Così, accorre in suo aiuto la rapper Myss Keta: "Tranquilla Vicky ho la persona giusta per te, pensa che lo chiamano ‘Il mago della rima'". Ma chi è questo talento? Un insospettabile Giuseppe Sala, sindaco di Milano. Victoria, allora, intona le strofe che il sindaco ha pensato per lei: "Sulla sedia del dentista, la tua vita sembra trista? Abbandona l'umor cupo, puoi cantare insieme a Pupo". E ovviamente, ciliegina sulla torta, appare Enzo Ghinazzi che intona ‘Su di noi'. Il video si conclude con la scritta: "VBF coming soon". Al momento, non è dato sapere niente di più.

Tre anni di stop per la malattia di Lyme

Inutile dire che questo misterioso progetto ha già entusiasmato i fan di Victoria Cabello. Nel passato della conduttrice, amata dal pubblico per la sua leggerezza e spontaneità, c'è una lotta coraggiosa contro la malattia di Lyme, una malattia infiammatoria che si contrae tramite la puntura delle zecche. Nel 2014, dunque, si vide costretta a stare lontana dalla tv per ben tre anni. In un'intervista rilasciata a ‘La Stampa', raccontò il suo calvario:

"È giusto spiegare che mi sono allontanata dalla tv per ragioni di salute. In un viaggio all’estero ho contratto la ‘malattia di Lyme' e ho vissuto un calvario che non auguro a nessuno. Ora finalmente ne sono fuori. Ero fortemente debilitata, l’essere attaccata da un batterio così cattivo e attaccata da dentro, obbliga al riposo assoluto. A malincuore ho dovuto staccare con tutto".