Anche Valentina Dallari, deejay ed ex tronista di “Uomini e Donne”, ha partecipato alla puntata di “Live – Non è la D’Urso” andata in onda il 18 novembre. La musicista ha deciso di rispondere pubblicamente al gestore di una società di management che l’aveva accusata di avere intascato l’incasso di una serata senza esibirsi:

Faccio la deejay da diversi anni. Queste persone hanno contattato il mio manager per fare una serata. Prima di dare l’assenso, devono mettersi d’accordo sull’hotel e l’organizzazione. Quando sono arrivata, siamo andati a fare il check-in e in quell’hotel non sapevano chi fossi. A quel punto l’organizzatore mi dice di avere cambiato la location. Non si potrebbe fare ma ho deciso di soprassedere e sono andata nell’altro hotel che mi è stato indicato. Non era lo stesso tipo di albergo, era di una categoria differente. L’organizzatore arriva, ci porta i soldi e decidiamo di fare un sopralluogo della location perché ci eravamo insospettiti. Si trattativa della cantina di un hotel con la muffa nei muri. Il mio manager ha detto che non mi avrebbe fatto suonare e ha proposto di decidere un’altra data con un’altra location. Mi hanno diffamata sui social e ho dovuto denunciarli per diffamazione. È stata una cosa orribile.

Le accuse dell’organizzatore a Valentina Dallari

Ad accusare l'ex tronista è stato Ivan Iacutone, titolare di un’agenzia di management che aveva pubblicizzato l’evento: “Valentina Dallari si è presentata all’hotel La Rupe presso Venere di Pescina, in Abruzzo, location presso la quale doveva svolgere la prestazione artistica. Lei è stata messa al corrente di tutto, le è stato dato vitto, alloggio e tutto il resto come accordato. Dopo mezz’ora ha voluto cambiare hotel nel quale alloggiare, che è stato prenotato e pagato, per farla contenta. Nel secondo hotel non si è mai presentata”. L’uomo sostiene che la Dallari abbia quindi rubato l'incasso:

Ha rubato tutti i soldi, compreso il pagamento del secondo albergo ed è scappata via insieme all’altro impostore, suo driver, non effettuando la prestazione artistica. Consiglio a tutti di tenerla lontana. Quello che ha fatto non ha bisogno di aggettivi. Sull’accaduto si stanno avviando le vie legali.

Valentina Dallari si era già difesa

Valentina si era già difesa sui social a proposito di questa vicenda. Aveva negato di avere rubato i soldi della serata in questione, ridimensionando la questione: “Avevo una data prestabilita già in questo posto in Abruzzo e, purtroppo, non è potuta esserci perché ci sono stati dei grandissimi, enormi, problemi. Sono arrivata e hotel, location, non erano quelli prestabiliti dal contratto. Mi sono trovata in una situazione abbastanza greve in cui non si poteva assolutamente lavorare, almeno io non sono abituata a lavorare così. È stato brutto, mi dispiace per chi mi stava aspettando, ma purtroppo non è stata colpa mia. Queste cose capitano, ma non volevo capitasse a me”.