Secondo il settimanale Chi, Uomini e Donne starebbe per sbarcare nuovamente in prima serata. Il dating show condotto da Maria De Filippi dovrebbe tornare in prime time con alcuni appuntamenti speciali in onda a partire da febbraio 2019. Ancora sconosciuti i dettagli del nuovo progetto, che resta in via di definizione. Sul settimanale diretto da Alfonso Signorini si legge:

In gran segreto Maria De Filippi sta preparando una versione serale, messa in onda a partire da febbraio, del suo programma quotidiano Uomini e Donne. Con lei in quest’avventura la fidata Raffaella Mennoia per un qualcosa che si prevede come esplosivo in stile Temptation Island Vip. Maria è pronta all’ennesima rivoluzione – sempre su Canale 5 e sempre in prima serata – ma con nuove idee per un format già vincente di suo.

Valeria Marini al timone

Secondo quanto anticipa Blogo, dovrebbe esserci la Marini al timone di queste puntate speciali. La showgirl stellare ha già partecipato alle puntate di Uomini e Donne che hanno avuto protagonisti Ivan Gonzalez e Andrea Cerioli. Con lei a Temptation Island Vip, i due tronisti hanno accettato di prestarsi a registrare scelte fuori dal comune. Saranno celebrate all’esterno dello studio di Uomini e Donne, con due feste ad hoc organizzate proprio dalla Marini. Il progetto in prima serata in questione potrebbe fare riferimento proprio ai due party organizzati per le scelte dello spagnolo e del compagno di trono.

Uomini e Donne in prima serata, i precedenti

Il dating show condotto da Maria De Filippi è già andato in onda in prima serata in passato. Nel 2016 l’appuntamento fu dedicato alla celebre lettera di Gemma Galgani a Giorgio Manetti, un momento accuratamente preparato che diede modo a Canale 5 di portare a casa il risultato migliore della serata con 3.693.000 spettatori e il 17.71% di share. Nel 2017, invece, la De Filippi propose agli spettatori l’appuntamento con Le Olimpiadi della Tv, uno speciale realizzato con i volti più popolari di Uomini e Donne che fece registrare 3.087.000 spettatori con il 16,8% di share.