Foto di Pedro Valdezate
in foto: Foto di Pedro Valdezate

Se la più popolare delle telenovelas spagnole, "Il segreto", ha chiuso i battenti definitivamente, i "cugini" di "Una vita" sono ufficialmente tornati sul set dopo lo stop dovuto alla pandemia da coronavirus. Ovviamente con nuove regole, distanze di sicurezza e precise indicazioni destinate a cambiare radicalmente (almeno per ora) la narrazione. Il pubblico si scordi le scene d'amore e i contatti ravvicinati per molto tempo: le nuove norme potrebbero essere molto simili a quelle adottate nel prossimo futuro sui set italiani e di tutto il mondo, a conferma del fatto che il Covid sta cambiando non solo le nostre vite ma anche le modalità di racconto della fiction.

Una vita, il set: cosa è cambiato

Un comunicato stampa di RTVE, il canale che trasmette in patria "Una vita" (il titolo originale è "Acacias 38") ha spiegato che "Sono state implementate tutte le misure di sicurezza necessarie" e che il set è stato suddiviso in tre diverse unità di produzione che lavorano a turno, in modo da "ridurre il numero di persone presenti durante le riprese, con controlli e unità mobili che facilitano il rispetto del distanziamento sociale". Gli autori hanno dovuto riscrivere parte della sceneggiatura per adattarsi alle nuove esigenze e garantire il rispetto del "rigoroso protocollo sanitario". Se gli attori devono restare a un metro di distanza l'uno dall'altro, va da sé che baci, abbracci e scontri fisici saranno "banditi" almeno temporaneamente. La nota stampa sottolinea la volontà di riprendere la produzione per andare incontro non solo alle esigenze del pubblico spagnolo ma anche di quello italiano, che durante il lockdown ha incrementato gli ascolti.

Le foto delle riprese

Le foto (nella gallery sopra) che mostrano il nuovo set sono davvero impressionanti e mostrano come gli attori indossino costantemente la mascherina quando non vengono inquadrati. Alcuni portano addirittura la visiera trasparente che copre interamente il volto, come mostra uno scatto con protagonisti Clara Garrido (Donna Genoveva Salmeró) e Marc Parejo (Don Felipe Álvarez-Hermoso). L'effetto del distanziamento tra i protagonisti sarà probabilmente straniante, considerando che Una vita si ambienta nel passato. C'è invece da attendersi che una fiction che racconta i giorni nostri come "Un posto al sole" (il cui set al momento è bloccato) inserirà la pandemia come elemento interno al racconto.