2 Novembre 2012
10:00

Un Posto al sole, lunga vita alla soap di Rai 3: aggiunte 500 nuove puntate

Confermato per altre due stagioni il contratto degli addetti ai lavori di Un Posto al sole le cui riprese continueranno fino all’agosto del 2014. Girata interamente a Napoli, la soap opera di Rai 3 è sbarcata anche negli Usa, sulla scia degli eccellenti ascolti in Italia.
A cura di Fabio Giuffrida
un posto al sole

La soap opera in Italia non teme crisi, è l'unico prodotto che non ha mai perso appeal e che ormai da anni appassiona, o forse strega, milioni di italiani, telespettatori da rintracciare soprattutto tra il pubblico femminile. Non un target qualsiasi, ma uno dei preferiti dalle concessionarie pubblicitarie, un target che garantisce continuità, un vero e proprio marchio di garanzia. Così soap come Beautiful o Centovetrine spopolano su Canale 5 con risultati auditel eccellenti superando ogni giorno il 20% di share, cifre importanti considerando la frammentazione degli ascolti dovuta all'entrata a regime del tanto temuto digitale terrestre. Peccato che Centovetrine adesso rischi la chiusura (qui i 10 buoni motivi per non chiuderla) mentre Beautiful non verrà toccata perchè sarebbe stata comprata da Mediaset fino a quando verrà prodotta in America, stando a quanto ha dichiarato ai nostri microfoni l'attore Pietro Genuardi.

Lunga vita anche ad Un Posto al sole, la soap opera italiana più longeva della tv italiana ospitata sulla terza rete di Stato. Una soap che non ha mai stancato, anzi. Un vero e proprio fiore all'occhiello per la Rai che tra l'altro – ed è doveroso ricordarlo soprattutto in questo momento – crea occupazione in una città come Napoli, bellissima ma con un handicap: la disoccupazione. La Rai – stando a quanto ha rivelato oggi il quotidiano Il Messaggero – ha staccato finalmente un contratto per altre due stagioni che corrispondono a circa 500 puntate interamente girate in Campania fino all'agosto del 2014. Un Posto al sole, dopo sedici anni di successo è addirittura sbarcata negli Usa e consta di 17 milioni di telespettatori in tutto il mondo. Nella trasferta a New York gli attori della soap opera di Rai 3 sono stati accolti assai calorosamente dalla comunità italiana, come fossero dei divi hollywoodiani: una soap che funziona perchè spontanea, originale, totalmente made in Italy e soprattutto perchè contiene i costi.

Ascolti eccellenti con il 9% di share e più di 2 milioni e mezzo di telespettatori, questi i risultati strepitosi di Un Posto al sole che tra l'altro deve fare i conti con i carrozzoni di Rai 1 e Canale 5, Affari Tuoi e Striscia La Notizia. La soap infatti si conferma come il terzo programma più visto dopo le due reti ammiraglie nella fascia dell'access prime time, da sempre una delle più difficili e delicate. Un finale coi fiocchi per Un Posto al sole che invece è diametralmente opposto da quello di Dallas, soap opera che non ha resistito appena 15 giorni su Canale 5 e che, dopo un tentativo disperato di salvarla collocandola nel primo pomeriggio del Biscioneè stata trasferita su La 5, il nuovo polo televisivo dedicato interamente alle donne. Il pubblico, sia chiaro, è esigente e i prodotti che meritano vengono sempre premiati.

Un Posto al Sole, scoppia la polemica tra gli addetti ai lavori della soap
Un Posto al Sole, scoppia la polemica tra gli addetti ai lavori della soap
Un posto al sole arriva a 6000 puntate, la soap di Rai3 è la più longeva della tv italiana
Un posto al sole arriva a 6000 puntate, la soap di Rai3 è la più longeva della tv italiana
Agnese Lorenzini piange dopo la morte di Susanna a Un posto al sole
Agnese Lorenzini piange dopo la morte di Susanna a Un posto al sole
43.212 di Spettacolo Fanpage
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni