La nomination di Tommaso Zorzi a Stefania Orlando è stato il momento "shock" della puntata del Grande Fratello Vip in onda lunedì 14 dicembre e ha prodotto dolorosi strascichi post puntata. Zorzi si è subito pentito della sua decisione e lo ha confessato a Stefania, che però non si è risentita e ha avuto un confronto con lui, tra lacrime e sensi di colpa. Peraltro, la sua nomination non ha pesato sulla Orlando, che non è finita al televoto. Al contrario, tra i nominati c'è proprio Zorzi, con Giacomo Urtis, Maria Teresa Ruta e Cristiano Malgioglio.

Perché Zorzi ha nominato Stefania Orlando

Perché, dunque, Tommaso ha nominato l'amica Stefania che, dopo l'uscita di Francesco Oppini, è senz'altro la persona cui è più legato? Zorzi ha spiegato di avere avuto uno screzio con lei: “L'ho nominata perché ha sgridato Samantha De Grenet per aver buttato la spugnetta nell'umido, dopo che aveva pulito tutta la cucina. Io l'ho difesa e lei mi ha detto ‘Guarda che anche le grandi amicizie possono finire'”. Zorzi l'ha confessato immediatamente al gruppo ma la Orlando non si è scomposta: "Ah! Hai fatto bene". "No, hai fatto male", l'ha invece rimproverato Maria Teresa Ruta.

Il confronto tra Tommaso e Stefania

"Sto pensando di uscire. Sono contento di essere al televoto. Meno male che lei non è andata in nomination", ha dichiarato Tommaso, che poco dopo ha avuto il faccia a faccia con l'amica ed è apparso pieno di rimorsi: "Stefy, ti giuro, mi sento una mer*a". Lei ha rassicurato in ogni modo: "Tu devi stare tranquillo. Non ce l'ho con te. Io se voglio bene voglio bene. Io lo so che mi vuoi bene". Stefania però non ha nascosto le lacrime e Zorzi si è sfogato con gli altri ragazzi, dicendosi pentito di quanto fatto e contento di essere al televoto. Nonostante la delusione, sembra proprio che la Orlando abbia già perdonato l'amico.

Io non voglio che Tommaso si senta in colpa per avermi nominata. Questa cosa la cancelliamo subito, come se non fosse mai successa. Anche perché questa cosa non cancella tutto quello che abbiamo costruito e condiviso in 90 giorni.