Il filone narrativo più fortunato di questi primi giorni di Grande Fratello Vip sembra essere quello che riguarda Pago e Serena Enardu, entrata pochi giorni fa nella Casa per parlare con il suo ex compagno. Nelle scorse ore c'è stato un dibattito piuttosto acceso tra lo stesso Pago e due dei componenti storici del Grande Fratello, Salvo Veneziano e Pasquale Laricchia.

Mentre il gruppo si trovava a cena, Salvo Veneziano ha voluto dire la sua su quanto era successo, parlando al diretto interessato: “Serena ti ha fatto fare una pessima figura, io da uomo mi sono sentito umiliato per te, ti ha mancato di rispetto in una maniera assurda, ti ha umiliato e ti ha fatto passare da sfigato! Guarda che io l’ho seguita tutta! La storia delle bollette ecc… Chi ti ama non ti manca così di rispetto”. La risposta di Pago non ha tardato ad arrivare: “Io non sono passato per sfigato!". Pago ha quindi proseguito:

Sono molto inca**ato con lei, non per quello che è successo, ma per quello che c’è adesso. Mi ha cercato molto prima che entrassi al Grande Fratello, mi fa arrrabbiare perchè a questo punto non ci dovevamo arrivare, poteva essere tutto più semplice. Fuori le ho dato poca possibilità di chiarire.

Risposta che a quanto pare non ha spento le perplessità dei suoi compagni di avventura al GfVip. Anche su Pasquale Laricchia ha prevalso il machismo, con il protagonista della seconda edizione del Grande Fratello che ha rincarato la dose, ribadendo i concetti espressi da Veneziano. Cosa che ha indotto Pago a controbattere ancora: “Non è che voi due mi potete dire che sono uno sfigato e io non posso rispondere”. A quel punto è intervenuto ancora una volta Salvo, evidentemente alterato: “Ti ha fatto fare una brutta figura tienitela! Sei tu che la porti qui dentro!”. Quindi il cantautore sardo ha chiosato così mentre gli altri inquilini tentavano di smorzare gli animi: “Voi potete dire tutto e io non posso rispondere, io non ci sto”. A quel punto Laricchia si è scusato con Pago, affermando di non avere intenzione di ferire i suoi sentimenti. Meno pacifica la reazione di Salvo Veneziano, che si allontana dicendo: "Meglio che vado, sennò questo lo mando a****ulo".