Tra le certezze del palinsesto televisivo 2020/2021 c'è il Festival di Sanremo che quest'anno vedrà nuovamente sul palco dell'Ariston Amadeus e Fiorello, dopo l'incredibile successo della scorsa edizione, eppure la kermesse canora più famosa d'Italia su cui già si sta lavorando con nuovi regolamenti, potrebbe slittare a causa della pandemia. La notizia è stata però smentita sia dalla Rai che dal sindaco della cittadina ligure.

La smentita del sindaco di Sanremo

Le ultime notizie volevano che fosse stata avanzata una richiesta proprio dal Comune di Sanremo di preventivare uno slittamento del Festival ad aprile, piuttosto che a marzo. Ma il sindaco Alberto Biancheri ha smentito queste voci: "Non c'è questa richiesta. Stiamo lavorando con la Rai per avere il Festival nella prima settimana di marzo. Poi valuteremo con la Rai stessa come sarà la situazione a gennaio e decideremo. Per ora è confermato a marzo."

L'ipotesi di spostare il Festival ad aprile

La Rai aveva già individuato come settimana per la messa in onda del Festival, quella che va dal 2 al 6 marzo 2021, già posticipando l'evento di circa un mese rispetto alla consuetudine che lo vuole programmato ad inizio febbraio. Questa data, in realtà, era stata individuata in un momento in cui anche la pandemia da coronavirus sembrava aver dato un po' di tregua agli italiani. Visto l'inasprimento delle attuali condizioni sanitarie del Paese, con l'aumento di contagi e il diffondersi di misure restrittive, stando a quanto riportato dal Messaggero, sembrava che stata avanzata una richiesta proprio dal Comune di Sanremo affinché il festival fosse ulteriormente posticipato, presumibilmente a fine aprile, quando anche le temperature dovrebbero essere più favorevoli. Una proposta che risponde ad un'esigenza economica, dal momento che se la pandemia non dovesse scemare, potrebbe essere difficile gestire il via vai che porta con sé un evento così importante.

La risposta della Rai

Intanto, il vicedirettore di Rai1 Claudio Fasulo, intervistato da Ernesto Assante per Linecheck -Music Meeting and Festival ha dichiarato: "Navighiamo a vista come tutti coloro che vivono su questo pianeta, ma per il momento è tutto confermato. Ci sono voci tutti i giorni sulle date di Sanremo e questo ci fa capire che il tema è al centro dell'attenzione. Ma non c'è nulla di nuovo: abbiamo messo il cappello sulla prima settimana di marzo, dal 2 al 6, e il cappello sta ancora lì". Pare, quindi, che al momento non siano previsti dei cambiamenti e che il Festival, salvo cause di forza maggiore, non verrà posticipato ad aprile, come si vocifera in questi giorni.