L'amore tra persone con grande differenza anagrafica è stato il tema discusso nella tarda notte di domenica 17 gennaio a Live – Non è la D'Urso. Tra gli ospiti, Sandra Milo (insieme alla figlia Azzurra) ha parlato della relazione che la lega ad Alessandro Rorato, di 37 anni più giovane. Lei ha 87 anni, lui 50. Si chiamano "amore" e "tesoro" e lui le ha regalato un anello, ma l'attrice ha svelato che la loro liason, seppur coinvolgente, è puramente platonica e priva di rapporti fisici.

Lui è un ragazzo più affettuoso e sensibile di me. Sono fortunata ad averlo conosciuto. Ovviamente non è una storia con quell'aspetto di intimità. Io non ho l'età e non mi sento. Charlie Chaplin faceva i figli a 80 anni, ma è bello così.  L'anello non l'ho portato perché Alessandro dice che faccio troppo sfoggio e non è elegante. L'ho messo in banca.  Non ci siamo dati nemmeno un bacio. L'amore spirituale, platonico esiste da sempre. Sono forme d'amore meravigliose, di complicità.

Chi è Alessandro Rorato, il fidanzato di Sandra Milo positivo al Covid

Alessandro Rorato è un imprenditore che lavora nel settore della ristorazione e del catering e che abita in Veneto. Non ha potuto presenziare in trasmissione ma è intervenuto in collegamento da casa: ha infatti scoperto di essere positivo al coronavirus. Risulta in buone condizioni anche se ha ammesso di aver cominciato a sentire i primi sintomi come un senso evidente di stanchezza.

Sandra Milo e le polemiche sulla relazione con Alessandro

La storia tra la Milo e Rorato ha immancabilmente sollevato dubbi in studio. Costantino Della Gherardesca ha messo in guardia l'attrice, dal momento che gli arrivisti che cercando di approfittare di donne famose non sono mai mancati. La Milo, però, è certa della buona fede del suo Alessandro: "Sono buona ma anche intelligente. Io so chi è Alessandro e lo amo per quello che è: è una persona bellissima, con sentimenti meravigliosi". Di recente, la diva ha svelato di ricevere spesso avance e addirittura foto osé da alcuni fan sui social. Ha commentato la cosa con tocchi di irresistibile humour: "Spesso mi tocca visualizzare foto di membri maschili, e non mi riferisco a quelli del Parlamento. La mia espressione sbigottita, prima di applicare blockdown secondo il mio personale dpcm, è parimenti a quella di questo primate del regno animale (ha allegato la foto di una scimmia, ndr). Anche noi umani siamo primati, ma spesso ce lo scordiamo".